PROFILO

05/04/2017 - 18:14

Vela Day batti un colpo

Torna il Vela Day, vecchia idea FIV di dieci anni fa. Il 2 giugno, giornata dello sport, circoli velici con le "porte aperte". Ma voi lo sapevate?

 

Sapevate che il 2 giugno prossimo ci sarà un Vela Day? I circoli velici apriranno le porte a chi vuole conoscere da vicino la vela, nell'ambito della Giornata dello Sport. Oltre ai circoli che "hanno aderito all'iniziativa", si legge in una nota sul sito FIV, ci saranno piccoli evnti anche nelle "principali piazze d'Italia". L'iniziativa ha come partner Assomarinas e Kinder+Sport.

Una bella iniziativa, un buon tentativo di sdoganare lo sport della vela dal chiuso dei suoi club e aprirsi all'esterno approfittando della giornata di festa. Idea del resto non nuova: proprio Vela Day si chiamava il progetto che la FIV aveva studiato una decina d'anni fa. In quella occasione ci furono delle difficoltà con i circoli, magari stavolta sarà più facile. Da parte nostra come media velico daremo tutto il supporto.

Certo per spingere e comunicare un evento serve conoscerlo. A parte la piccola news sul sito federale, la stessa FIV non ha ufficialmente presentato l'iniziativa, che ha anche due partner. Una conferma del momento di passaggio che sta vivendo l'organizzazione della macchina federale e che coinvolge in pieno anche la comunicazione. Un altro esempio è il silenzio che ancora avvolge eventuali iniziative legate alla ricorrenza dei 90 anni FIV in questo 2017.

AGGORNAMENTI 6.4.17

Si legge in una news sul sito FIV: "(...) in programma una due giorni di riunione del Consiglio Federale presieduto da Francesco Ettorre: i lavori inizieranno domani mattina, venerdì 7 aprile, per concludersi sabato 8, nel fine pomeriggio, presso la sede della FIV in Piazza Borgo Pila 40 (Corte Lambruschini), a Genova.

(... tra gli argomenti che verranno affrontati dal Consiglio Federale spicca l’approvazione formale della Normativa relativa alla Scuola Vela (...) e di una serie di nuove iniziative per promuovere lo sport della vela e la cultura del mare in Italia (...): fra queste il Veladay, in programma per il prossimo 2 giugno, evento già presentato nei mesi scorsi dal Consiglio Federale e attualmente in fase di organizzazione."

Delle due l'una: se il Vela Day è stato "già presentato nei mesi scorsi dal Consiglio Federale" (e comunque non ce ne siamo accorti), come è possibile che lo stesso Consiglio deve approvarlo nella sua prossima riunione, dove anzi "spicca" tra le cose da fare?

Siamo contenti dell'inizitiva e crediamo che di cose così ci sia un gran bisogno per promuovere la vela, dare visibilità e una prova pratica per smentire i soliti luoghi comuni sul nostro sport. Ma è ancor più indispensabile che il Consiglio faccia le cose per bene, e che le comunicazioni siano rese ufficiali dopo le relative delibere. Non è solo questione di forma: un garibaldinismo oggi, un garibaldinismo domani, il rischio è svuotare il Consiglio delle sue attribuzioni, valutative e decisionali. Sarebbe spiacevole che un simile ritorno al passato portasse la firma proprio della FIV nuova e dei giovani.

Commenti