SEGUICI ANCHE SU
PROFILO

15/02/2016 - 15:36

Ritorno in barca

È l'inizio della quarta stagione di Bulbo Matto a Caraibi, adesso in Pacifico, in Messico. E ogni volta è uguale, per l'emozione e le aspettative, ed ogni volta è diverso, per il luogo, l'equipaggio, il programma, le difficoltà che mi aspettano...


Arrivo che è notte, e la trovo lì placidamente ormeggiata alla banchina del marina, immersa nel silenzio, bella, pulita, mi sembra così grande, mentre la percorro di fianco studiandone ogni dettaglio. Il cantiere sembra aver fatto proprio un buon lavoro..
 

È l'inizio della quarta stagione di Bulbo Matto a Caraibi, adesso in Pacifico, in Messico. E ogni volta è uguale, per l'emozione e le aspettative, ed ogni volta è diverso, per il luogo, l'equipaggio, il programma, le difficoltà che mi aspettano. Quest'anno sento ancora di più il distacco, dai miei affetti e dal mio consueto mondo cittadino. 
 

Non più cinema, concerti, aperitivi o cene con amici, più o meno con gli stessi problemi (lavoro, figli, stress, politica, ecc).
 

Adesso invece ho accanto una coppia canadese che mi raccomanda con entusiasmo l'Alaska da cui provengono. Dall'altro lato altre due barche che sono su quella rotta. Peccato che il vento sia costantemente contrario, e che per arrivarci ė meglio mettere la prua a est, arrivare fino alle Hawaii e tornare verso nord per un totale di oltre 4000 miglia!!
 

Ma poi è bello ritrovare l'aria dei tropici, calda ma confortevole, i rumori della costa, uccelli che si chiamano, pesci che saltano, rane e cicale, e la mia barca con cui riconnettersi, gli spazi, i ripostigli, gli strumenti, i piccoli scrichiolii. Basta TV, traffico, fumo, frastuono, politica, guerra.
 

Un cambio di 180° due volte l'anno... Mica facile, ma rigenerante!
 

Solo due giorni fa il traffico di Mexico City, una infinita distesa di auto e camion, case botteghe e centri commerciali, inquinamento di ogni tipo da deprimere qualsiasi ambientalista e sfidare ogni buon senso. Oggi il problema è invece quello di intercettare i tecnici per far loro terminare i lavori che restano (autoclave, elettronica, bombola gas diversa, ecc) e poi partire per mari più balneari, per le balene, speriamo, del mare di Cortes, 1400 miglia più a nord. Speriamo di mollare in 3-4 giorni... 
 

Poi solo mare, vela, natura, e amici e ospiti che vorranno venire a condividerli con me! Vi aspetto!

Commenti