Commenti

Giuseppe La Scala (non verificato)

Caro Fabio, questo era un abbozzo di psicoanalisi, non di analisi. Diciamo che è ancora presto per ragionare sul serio.

Gianni Zanna (non verificato)

Non mi voglio soffermare sull aspetto sportivo, ma vorrei dire due parole sull aspetto comunicazione. Ho trovato scarsissima la qualita comunicativa di questa press conference... atleti soprattutto ma anche tecnici che ridacchiano, battutine, posture scomposte e capacita comunicative veramente scarse. Credo che il ruolo della Federazione dovrebbe essere soprattutto di non mandare allo sbaraglio gli atleti in questo genere di situazioni, ma di affiancarli a delle professionalita della comunicazione che li aiutino ad essere dei campioni non solo in mare ma anche a terra di fronte a dei giornalisti.

Alberto (non verificato)

Propongo una riflessione :oltre alla tenuta psicologica trovo che una regata con solo 10 imbarcazioni "qualificate" debba avere una conduzione diversa da una con una trentina di concorrenti.

Ettore Thermes (non verificato)

Ma dove ha imparato a regatare Marchesini? Noi nel windsurf se rientravano a terra e iniziavano con i "ero primo in bolina...non mi ha dato acqua...e' girato il vento...." pigliavamo i buuuh a dire poco. Hanno perso e basta, su base ponderata il team ha fatto 44 su 100. Praticamente a metà classifica e il DT ci racconta la favoletta. Marchesini cerca di essere realista te, sono stati spesi 10 milioni per un risultato mediocre. Il team Sloveno ha speso meno di 500 k ed ha fatto bottino !

Sansone (non verificato)

A Ermes, macche non ci ricordiamo di come vai in winsurf???? http://www.riwmag.com/campionato-invernale-windsurfer-di-anzio/

Ettore Thermes (non verificato)

Ma dove ha imparato a regatare Marchesini? Noi nel windsurf se rientravano a terra e iniziavano con i "ero primo in bolina...non mi ha dato acqua...e' girato il vento...." pigliavamo i buuuh a dire poco. Hanno perso e basta, su base ponderata il team ha fatto 44 su 100. Praticamente a metà classifica e il DT ci racconta la favoletta. Marchesini cerca di essere realista te, sono stati spesi 10 milioni per un risultato mediocre. Il team Sloveno ha speso meno di 500 k ed ha fatto bottino !

Ettore Thermes (non verificato)

Errori tattici che si sono ripetuti. Non era un problema psicologico era un problema a di preparazione e mi fa ridere che Alessandra racconti del suo errore fatto ad Atene. La differenza tra chi vince e chi perde sta nel numero di errori che si fa o meno. I fatti parlano chiaro le medaglie si sono perse per preparazione tattica non all'altezza. Non ci sono,altre spiegazioni. Finn Ita 917.

Ettore Thermes (non verificato)

Flavia non è forte e" fortissima, ha dominato, ma se la squadra non sa insegnare la tattica non basta. Li e' 2+2 fa 4 non storie di atleti che mollano. Poi se calcoliamo i soldi spesi per la campagna diventa inaccettabile il risultato complessivo. E sorprendente ascoltare queste interviste. Nessuno dice il problema quale è stato e si prende la responsabilità. Marchesini che afferma che i ragazzi sanno andare in barca e' incredibile. Sono olimpionici di vela come potrebbero non sapere andare in barca, non mi dispiace del risultato mi dispiace dell'atteggiamento che a mio avviso e' sbagliato anche post regate.