SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Giovanile

08/05/2017 - 11:47

Optimist a squadre internazionali

Trofeo Marco Rizzotti
E' l'anno del rilancio

Al Diporto Velico Veneziano si prepara una importante XXXI edizione del Trofeo Internazionale a squadre classe Optimist “Marco Rizzotti”, a Punta Sabbioni dal 18 al 21 maggio. Ecco le ultime notizie. Partecipanti attesi anche dal Brasile. Il consigliere FIV Dodi Villani spiega i dettagli tecnici

 

Elio Camozzi, il nuovo General Manager del Trofeo Rizzotti, e i presidenti del Diporto Velico Veneziano, Michele Giorgiutti, e della Compagnia della Vela, Ugo Campaner, hanno illustrato le caratteristiche della manifestazione che vede, anche quest’anno, la partecipazione di rappresentative internazionali e zonali di indiscusso valore. Sede della manifestazione sarà il Camping Village Marina di Venezia, la struttura ricettiva per l’occasione si trasformerà in un piccolo villaggio olimpico. Come per la scorsa edizione la base a mare sarà allocata direttamente sulla spiaggia del Camping, da dove i circa 80 giovani atleti, tutti tra i 10 ed i 15 anni, prenderanno il mare per i tre giorni previsti di appassionanti regate.

“La formula a squadre” ha sottolineato Dodi Villani, Presidente del Comitato di Regata e Consigliere della Federazione Italiana Vela, “consente un’ottimale bilanciamento di conoscenza perfetta delle regole di regata, di affiatamento degli equipaggi e di sviluppo dello spirito sportivo di squadra tra i giovani velisti, molto più di quanto si possa fare in una regata di flotta, dove ciascuno gareggia contro tutti gli altri per aggiudicarsi la migliore posizione in classifica”.

Villani ha poi ha illustrato la formula della manifestazione che, nell’arco di tre giorni, vedrà svilupparsi, anche quest’anno su un unico campo di regata, un “round robin” completo con una serie ininterrotta di 120 partenze, una ogni tre minuti circa, con la logica dello scontro diretto di ogni squadra contro tutte le altre. Villani ha inoltre comunicato che il campo di gara prevedrà, come lo scorso anno, un percorso a “greca”, come quello dei Campionati Mondiali, che obbliga di lasciare a sinistra le ultime due boe, cosa che complicherà non poco la tattica e potrebbe far emergere nuove strategie di regata. Camozzi ha poi ricordato che lo staff arbitrale è quanto di meglio si possa richiedere per una regata arbitrata direttamente in acqua; si attendono a Venezia i massimi esponenti della categoria, 17 sono gli “umpires” provenienti in molti casi dall’esperienza di Coppa America.

In un breve intervento di saluto Pier Bruno Rizzotti, figlio di Marco, a cui è intitolato il Trofeo, ha tratteggiato le singole eccellenze veliche dei tanti partecipanti, ricordando come lo scorso anno la manifestazione abbia avuto il piacere di vedere presenti Zane Rogers (USA) and Max Wallemberger (SUI) che pochi mesi più tardi sarebbero diventati rispettivamente campione del mondo a squadre e di flotta. Insieme a due team degli Stati Uniti quest’anno il Trofeo Rizzotti vedrà in acqua agguerritissime squadre provenienti da 4 continenti. Tra questi “new entry” assoluta per la nostra manifestazione, una squadra del Brasile, lo Yacht Club Santo Amaro.

Attesi, anche, numerosi team italiani; oltre alla Nazionale saranno preseti anche XI Zona Emilia-Romagna, I Zona Liguria e NIC Catania. La locale squadra del Veneto, vedrà una forte compagine di piccoli atleti provenienti da 3 circoli della nostra Zona, Compagnia della Vela, Diporto Velico Veneziano e Associazione Velica Lido. Dopo una breve illustrazione dei premi in palio, tra i quali le due targhe Fair Play del Panathlon ed un dovuto ringraziamento agli Enti patrocinatori, agli amici e sponsor, senza i quali la realizzazione del Trofeo non sarebbe possibile, Elio Camozzi ha concluso gli interventi sottolineando l’importanza delle forze in campo, sia per il numero degli affiatatissimi volontari che per i mezzi a disposizione, che confermano la rilevanza mondiale della nostra manifestazione.

www.rizzottisail.it

Commenti