SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > International

01/08/2018 - 10:05

Alla fine si va nei soliti posti

Melges 40, esordio
alla Coppa del Rey

Il Melges 40 torna in regata e, per la prima volta, è ospite della Copa del Rey Mapfre a Palma di Maiorca: terzo atto del Melges 40 Grand Prix 2018

 

Dopo il primo atto stagionale di PalmaVela e il recente One Ocean Grand Prix di Porto Cervo (entrambi conquistati, pur se all’ultimo respiro, dallo svedese Richard Goransson al timone di Inga) la flotta Melges 40 ha risposto all’invito del Real Club Nautico de Palma, organizzatore di quella che è considerata la regata multi classe più importante e attesa del Mediterraneo.

Dal 1 agosto Melges 40 faranno il proprio esordio sul campo di regata per quello che rappresenta un appuntamento chiave per il proseguo di stagione e la classifica di circuito; la Copa del Rey è infatti in terzo e penultimo Grand Prix del 2018 ed è chiaro che coloro che ancora vogliono e possono (data la classifica molto stretta) provare a rivoluzionare le gerarchie dovranno farlo ora, senza  alcun esitazione.

Inga (con Cameron Appleton alla tattica) è ad oggi il team di riferimento essendo imbattuto in tutto il 2018 (considerando anche il warm up a inizio anno). La storia di tutti i Melges 40 Grand Prix racconta però di prestazioni assolutamente identiche tra tutti i team in gara e di podi decisi solamente all’ultima prova, negli ultimi metri.  Una peculiarità questa che, quasi certamente, troverà replica anche a Palma de Mallorca e che incrementa il tasso di spettacolarità delle regate Melges 40.

Dall’appuntamento maiorchino ci si aspetta quindi più di un segnale forte da parte di molti protagonisti, a partire dal vincitore del circuito 2017 l’Italiano Stig di Alessandro Rombelli (affiancato da Francesco Bruni) che, con il secondo posto di Porto Cervo, ha ribadito il proprio ruolo all’interno della flotta.

I colori azzurri saranno difesi anche dal debuttante in questa stagione Vitamina - Cetilar di Andrea Lacorte il quale ha già dimostrato di aver raggiunto, in brevissimo tempo, un eccellente livello di competitività e il podio (e anche di più) risulta alla portata del team italiano che conta in questo occasione sulle chiamate tattiche di Alberto Bolzan.

Della sfida alla Copa del Rey faranno parte anche il giapponese Sikon di Yukihiro Ishida che, con il tattico di casa Manuel Weiller, può puntare a bissare il successo ottenuto lo scorso anno nella tappa finale di circuito 2017 proprio a Palma de Mallorca.

Pronto a iscrivere il proprio nome nell’esclusivo Club dei vincitori di un Melges 40 Grand Prix è Valentin Zavadnikov al timone di Dynamiq - Synergy, Sailimg Team (con Kelvin Harrap) l’equipaggio che certamente ha più fame in questo momento per il fatto di avere più volte sfiorato il successo, senza essere mai riuscito a salire sul gradino più alto del podio: la Copa del Rey sarebbe per il team monegasco l’occasione perfetta.

Il circuito Melges 40 Grand Prix conta sul supporto di Helly Hansen, Garmin Marine, Melges Europe. Melges 40 Grand Prix ha sottoscritto e adotta il codice etico della Charta Smeralda promuovendo fortemente i valori di One Ocean Foundation.

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti