SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Olimpica

06/06/2018 - 19:58

Vela olimpica, Coppa del Mondo ultimo atto

Marsiglia Finale, Day 2
Lo scatto di Tita-Banti

VIDEO DAY 2 - Vento 7-11 nodi, salti di qua e di la, sole e caldo. Il campo di regata olimpico 2024 sta intrigando i (pochi) velisti impegnati nella Finale World Cup. Nel secondo giorno ecco cosa arriva dagli azzurri: Nacra 17, Ruggero Tita e Caterina Banti (6-1-3 di giornata) prendono la testa, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari sono quarti (1-4-15). Bene nel 470 M Matteo Capurro e Matteo Puppo, quinti (9-4). Perdono posizioni nel 470 W Elena Berta e Bianca Caruso (9) e nel Laser Gio Coccoluto (7) - SABATO E DOMENICA MEDAL IN DIRETTA STREAMING SU SAILY

 

QUI IL SEGNALE DELLA DIRETTA STREAMING DELLE MEDAL RACE - 1/SABATO (RSX e NACRA 17)

 

QUI IL SEGNALE DELLA DIRETTA STREAMING DELLE MEDAL RACE - 2/DOMENICA (470, Finn, Laser, Laser Radial)

 

ULTIM'ORA: DAY 3 (GIOVEDI) REGATE ANNULLATE PER PIOGGIA E NIENTE VENTO

Chi sale e chi scende nel secondo giorno della Finalissima World Cup della vela olimpica mondiale. Gli atleti presenti per onorare l'evento si stanno divertendo in regate mai prevedibili e scontate, persino gerarchie che si arrovellano, famosi campioni surclassati da giovani promesse, c'è un po' di rimescolio pre-Aarhus, chi si nasconde, chi è imballato di preparazione, chi fa prove tecniche, soprattutto chi proprio a Marsiglia non c'è venuto. Ma alla fine peggio per loro, come si sa gli assenti hanno sempre torto.

Giorno 2, riecco Titabanti, Ruggero ruggisce, con Caterina sono sempre in confidenza con barca e lettura del campo e delle situazioni, e quando questo accade consecutivamente da mesi, tra Palma, Hyeres, Marsiglia, c'è da chiedersi davanti a chi ci troviamo. Infatti a Riva del Garda, dove Tita è stato invitato a provare un volo sui GC32 foiling (VIDEO IN ARRIVO SU SAILY TV CON IL RACCONTO DI RUGGERO), quando hanno capito chi fosse si sono complimentati. Ormai quelli del Nacra sono "gli italiani", e diciamolo, mettono paura. Basta vedere la conferma del ritorno a pieno regime di Vitto Bissaro con Maelle Frascari, dimagriti (come vuole il coach Ganga Bruni) e sempre più foileggianti, sono quarti con vittoria nella prima di giornata (1-4-15). Alla fine se anche Giggi Ugolini e Mary Giubilei fanno le cose per bene come nelle due finali di oggi (15-7-6), potremmo legittimamente portare tre cat Italian Team nella Medal Race di Coppa del Mondo, do you understand?

Giorno 2, conferma per M&M, i due Matteo genovesi, Capurro e Puppo, sono raggianti quinti confermando il buono del primo giorno (9-4), evidentemente qualche pillola di zandonismo sta arrivando anche a loro, almeno negli approcci, o forse sono solo più tranquilli, come sdoganati. E per una volta da un paio d'anni, G&G, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, i predestinati, si calano nella veste degli inseguitori affannati, quattordicesimi, col bandolo della matassa che non si trova (5-15), e chissà che dopo tanta aria di vertice anche un po' di retrovie non servano alla causa. Tra le ragazze del 470 meno brillanti del solito Elena Berta e Bianca Caruso (13-13), scivolano dal 4° al 9°. Benny Di Salle e Ale Dubbini le superano per la prima volta solo nell'ultima di giornata (18-11) e restano nascoste al diciassettesimo posto.

Giorno 2, anche Gio Coccoluto (ma i Laser fanno solo una prova) non è quello di ieri (11) e derapa dal 3° al 7° posto. Svetta Nicolò Villa (3) risale all'11° e vede la luce, lo scenario Medal di Coppa del Mondo, chissà. Marco benini sta lì (14) 12°, Zeno Gregorin (25) 23°. Nelle tavole maschili i due virgulti isolani, il sardo Carlo Ciabatti e il siciliano Antonino Cangemi, sono rispettivamente 16° e 18°.

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti