SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Coppa America

27/02/2016 - 17:58

La "Coppa" in Oman

LVACWS Oman Day 1
Ben il predestinato

Prima "indimenticabile" giornata di "Coppa America" World Series nel mare di Muscat. Vento leggero e regate di flotta non certo entusiasmanti. In testa subito il "predestinato" Ben Ainslie (BAR Racing, GBR), mentre il defender Oracle è secondo e i kiwi di ETNZ terzi. I giapponesi di Dean Barker si difendono al 4°, mentre restano attardati gli svedesi di Artemis e i francesi di Groupama orfani (ancora per poco) di Franck Cammas - VIDEO: COME VEDERE LA COPPA...




di Fabio Colivicchi


Che lo show abbia inizio, che il sipario si alzi, che i cuori volino alti per le evoluzioni mozzafiato delle "più belle barche a vela del mondo portate dai migliori velisti al mondo"! 

Nonostante lo streaming in diretta sia possibile solo attraverso una App a pagamento o sulle tv che hanno i diritti, vi proponiamo questo video, con la presentazione di come funziona la App ufficiale America's Cup, magari vi viene voglia di spenderci qualcosa. O no?





REPORT UFFICIALE
(Americascup.com) Le regate hanno preso il via oggi alle 14:00 ora locale a largo di Muscat, la capitale omanita, di fronte a una folla di spettatori radunata presso il Villaggio Regate di Al Mouj. In testa alla classifica provvisoria c'è Ben Ainslie e il suo team Land Rover BAR, seguito da ORACLE TEAM USA con skipper Jimmy Spithill. 

Il team di Ainslie è stato il migliore sul campo. Dopo aver scontato una penalità per partenza anticipata durante la prima regata, il team inglese è riuscito a risalire fino in terza posizione, poi ha vinto le due prove successive, chiudendo la giornata con quattro punti di vantaggio sul secondo.

Ainslie ha dichiarato:"le condizioni meteo erano davvero difficili; i venti così leggeri rendono le manovre molto complesse per tutti a bordo. Bisogna partire bene e scegliere subito il bordo giusto, compito complicato per i tattici. Il Code Zero (vela di prua) è molto grande e davvero faticoso da gestire. In ogni caso oggi è stato un gran giorno per il team."

ORACLE TEAM USA è sembrato meno costante ma, a conti fatti, Spithill e il suo team hanno chiuso la giornata in seconda posizione. 

Emirates Team New Zealand ha vinto con facilità la prima prova, ma ha commesso qualche errore di troppo in quelle successive rimanendo indietro nella flotta e concludendo la giornata in terza posizione. Per lo skipper Glen Ashby quella di oggi è stata comunque "un'ottima giornata" ed ha commentato: "era passato molto tempo da quando c'eravamo dati battaglia l'ultima volta, è stata una bella sensazione tornare a regatare. Abbiamo fatto un'ottima prima prova, ma purtroppo siamo rimasti indietro nell'ultima."

Soft Bank Team Japan e lo skipper Dean Barker, si sono sentiti a casa. Il team ha mostrato degli ottimi slanci ma non ha avuto costanza fino alla fine ed è quarto nella classifica provvisoria.

Ian Percy, tattico di Artemis Racing, si è dovuto consolare con dei buoni momenti avuti sul campo di regata perchè ha chiuso in coda alla classifica a pari punti con Groupama Team France.

Adam Minoprio, che ha partecipato alla sua prima tappa delle Louis Vuitton America's Cup World Series come timoniere di Groupama Team France, ha dichiarato che deve migliorare le partenze se vuole risalire la classifica.

A introdurre le regate sugli AC45 sono stati 30 tra i migliori giovani velisti omaniti che hanno regatato a bordo dei loro Optimist. I giovani talenti sono stati premiati da Sir Russell Coutts, sul palco delle Louis Vuitton America's Cup World Series, davanti a una folla di spettatori radunati presso il villaggio regate di Al Mouj.

Sir Russell Coutts, cinque volte vincitore della Coppa America e CEO dell'America's Cup Event Authority, dopo aver visto i ragazzi in acqua ha lodato moltissimo i giovani atleti del Youth Programme di Oman Sail, l'iniziativa omanita dedicata a diffondere la vela tra i giovani e a riaccendere la tradizione marittima del paese.

Dal 2008 Oman Sail ha infatti introdotto allo sport della vela più di 20.000 omaniti grazie ai suoi programmi dedicati.

Apprezzando il lavoro fatto da Oman Sail con il Youth Programme, supportato da Omantel, la compagnia nazionale di telecomunicazioni, Coutts ha dichiarato che spera di vedere in futuro un omanita vincere una medaglia alle Olimpiadi o partecipare all'America's Cup.

David Graham, CEO di Oman Sail ha aggiunto: "il programma dedicato ai giovani è il cuore di Oman Sail. E' stato davvero emozionante vedere questi ragazzi regatare oggi. Tutto questo è successo grazie a Omantel e al suo continuo investire nella vela giovanile."

Talal Al Maamari, CEO di Omantel, ha concluso: "la nostra compagnia ha una ricca storia legata al mare, ma lo sport della vela è molto di nicchia qui. Per questa ragione siamo felici di supportare organizzazioni come Oman Sail che mirano a far crescere giovani talenti e a ripristinare la nostra tradizione velica."

Le regate riprenderanno domani, domenica 28 febbraio, alle 14:00 ora locale. Il Villaggio Regate di Al Mouj apre al pubblico a partire dalle 11:00, la cerimonia di premiazione si svolgerà sul palco dopo le 16:00 ora locale.

  

Classifica provvisoria:  

Regata 1 - Sabato

Emirates Team NZ - 10 punti 

ORACLE TEAM USA - 9 punti 

Land Rover BAR - 8 punti 

Artemis Racing - 7 punti 

SoftBank Team Japan - 6 punti 

Groupama Team France - 5 punti 
 

Regata 2 - Sabato 

Land Rover BAR - 10 punti 

SoftBank Team Japan - 9 punti 

Groupama Team France - 8 punti 

Emirates Team New Zealand - 7 punti 

ORACLE TEAM USA - 6 punti

Artemis Racing - 5 punti
 

Regata 3 - Sabato

Land Rover BAR - 10 punti 

ORACLE TEAM USA - 9 punti 

Artemis Racing - 8 punti

Groupama Team France - 7 punti 

SoftBank Team Japan - 6 punti

Emirates Team New Zealand - 5 punti 
 

Classifica dopo 3 regate: 

Land Rover BAR - 8, 10, 10 - 28 punti 

ORACLE TEAM USA - 9, 6, 9 - 24 punti 

Emirates Team NZ - 10,  7, 5 - 22 punti

SoftBank Team Japan - 6, 9, 6 - 21 punti 

Artemis Racing - 7, 5, 8- 20 punti

Groupama Team France - 5, 8, 7 - 20 punti
 


Commenti