SEGUICI ANCHE SU

News | Cultura > Eventi e promozione

26/10/2016 - 16:01

Serate diverse

Libreria Il Mare,
Acquarelli e isole

Venerdì 28 Ottobre alle 18:30 presso la Libreria Internazionale Il Mare di Roma, Inaugurazione della mostra e Presentazione dei Taccuini di Acquarelli naturalistici Arcipelago Toscano, di Andrea Ambrogio, Lorenzo Dotti e Federico Gemma 
 
LE ISOLE DELL'ARCIPELAGO TOSCANO

Isola d’Elba
Spiagge incontaminate, squarci montuosi e antichi borghi, fauna avicola e incontri naturalistici sorprendenti: un modo nuovo di pensare e osservare un'isola fra le più amate dell'intero Mediterraneo. Terza isola italiana per estensione e perla turistica e naturale dell'Arcipelago Toscano, l'Elba è caratterizzata da una vasta superficie (223 kmq) prevalentemente montuosa e collinare e una costa frastagliata da splendidi golfi e promontori. La sua varietà naturale e paesaggistica ha fatto sì che questo carnet, a differenza degli altri sei della collana, veda la collaborazione di tre diversi artisti, al lavoro su altrettanti versanti dell'ampio territorio isolano. Andrea Ambrogio ha disegnato il paesaggio e la natura della fascia centrale che si estende da Portoferraio al Monte Calamita, con la sua natura ricca e diversificata, le sue zone protette, Capoliveri e le vecchie miniere. federico Gemma si è occupato della parte occidentale, tra il Golfo di Procchio, Marciana Marina, il Monte Capanne e il vastissimo Parco Naturale. Lorenzo dotti, infine, ha disegnato e descritto la parte orientale, con Bagnaia, Cala Mandriola, la meravigliosa Rio Marina, il Castello del Volterraio e Porto Azzurro. 

Isola di Capraia 
Isola forgiata dal fuoco e modellata dall'acqua: 20 chilometri quadrati di rocce aspre ammantate di natura selvaggia, e un piccolo abitato di 400 persone che si sviluppa tra il porticciolo e il paese. Un'isola più vicina alla Corsica che all'Italia, caratteristica che si riflette su una natura che ha pochi paragoni nel nostro Paese, e che lascia sconcertati per la sua ricchezza e varietà.

Isola di Giannutri
La più meridionale fra le isole dell'Arcipelago Toscano. Undici chilometri di costa frastagliata e rocciosa su cui si aprono grotte e spaccature originate dal vento, un unico centro abitato da poche anime a Cala Spalmatoio, una villa romana e un faro, la foresta di lecci e un ambiente ricco di ora e fauna rare e interessanti. Un luogo magico e pochissimo conosciuto.

Isola del Giglio 
La seconda in termini di grandezza e popolazione delle sette isole dell'Arcipelago Toscano: una importante meta turistica, ma prima di tutto un ambiente naturale di grande pregio, con le acque cristalline, i massi di granito levigati dal vento, i boschi e le lussureggianti vallate che circondano Giglio Castello, uno dei borghi più belli d’Italia.

Isola di Gorgona 
La più piccola e la più settentrionale delle Isole dell'Arcipelago. Un piccolo villaggio che corona un porticciolo, antiche fortificazioni, alcune case coloniche sparse e una natura rigogliosa. Oltre che Parco Naturale, l'isola è sede di una colonia penale agricola tuttora in attività.

Isola di Montecristo 
Interamente montuosa, caratterizzata da splendide sporgenze rocciose a picco sul mare, Montecristo è una Riserva Naturale Integrale totalmente disabitata (a parte un custode e due guardie forestali) e priva di servizi. Lecci millenari, natura intatta, una vita marina particolarmente ricca e integra e poche tracce di antichi insediamenti le danno un fascino senza tempo.
 
Isola di Pianosa 
Un susseguirsi di falesie frastagliate con punte, golfi e piccole cale; grotte ricche di giacimenti fossili e importanti siti archeologici. L'avere ospitato in passato un penitenziario di massima sicurezza ha fatto sì che buona parte della natura e del paesaggio di quest'isola rimanessero incontaminati: un autentico laboratorio per lo studio della biodiversità e per l'osservazione naturalistica.
 
 
IL MARE LIBRERIA INTERNAZIONALE CULTURA DI MARE DAL 1975 
Punto di riferimento unico e luogo di “approdo” per tutti gli amanti della nautica da diporto e da competizione, per i patiti dell'esplorazione sottomarina, in apnea e con le bombole, per i ricercatori di storie e di notizie riguardanti la cultura del mare in tutti i suoi aspetti. Trentamila titoli in tutte le lingue, oltre alle carte nautiche di tutto il mondo ed un vero e proprio Emporio del mare  La libreria di mare “più fornita del mondo” secondo il direttore del museo navale di Barcellona, Hidalgo. Folco Quilici, il nostro scrittore di mare più prestigioso, è il suo padrino.
 
 
 

Commenti