SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Oceanica

27/07/2018 - 12:28

Regata intorno al mondo: doppia classe, doppio trofeo, si parte nel 2021

Il giro che verrà: IMOCA 60 + VO65

L'edizione 2021-2022 della regata intorno al mondo avrà ancora Volvo come sponsor (ma il nome resta ancora aperto). Partenza da Alicante e arrivo in Europa. In esame le candidature delle città sedi di tappa. Novità per le barche: regateranno insieme i VO65 (delle ultime due edizioni) e gli IMOCA 60. Sarà la volta buona del ritorno di una barca italiana? In autunno il Bando di regata

 

Gli IMOCA 60, come annunciato, saranno al via della prossima regata intorno al mondo, l'edizione 2021-2022, ancora non è chiaro se si chiamerà sempre Volvo Ocean Race, ma Volvo intanto avrebbe confermato la sua sponsorizzazione. IMOCA ma non solo: in gara anche i VO65, le straordinarie barche monotipo delle ultime due edizioni, 100mila miglia e non sentirle, veloci, toste, bagnate quanto volete, ma affidabili.

Dunque due classi in gara, di 60 e 65 piedi. Due flotte a disposizione, barche nuove a parte, che fanno presupporre, o almeno sperare, di avere finalmente al via almeno una dozzina di team, e magari il ritorno di una barca italiana. Le due classi apriranno anche le porte a nuovi studi dei progettisti, si vedranno i foil (già ampiamente sperimentati sugli IMOCA 60) e altre innovazioni. E due classi significherà anche due trofei: insomma il giro del mondo avrà non uno ma due vincitori. Come capitato in precedenti storiche edizioni.

Gli IMOCA 60 nati per i solitari del Vendée Globe saranno riadattati per essere portati da un equipaggio completo, e quindi saranno spinti oltre i loro stessi limiti. I VO65, monotipo della Volvo Ocean Race, continueranno a dare vita a regate emozionanti e ravvicinatissime: l'ultima edizione 2017-18, vinta sul filo di lana dai franco-cinesi di Dongfeng, è stata la più combattuta di sempre nei 45 anni di storia del giro e questo è merito del progetto one-design.

“Con IMOCA 60 e VO65 vogliamo attrarre alla regata i migliori velisti, designer e team in circolazione al mondo, per una sfida che sarà il massimo dello yachting - dice Johan Salén, co-proprietario dell'evento - L'introduzione degli IMOCA 60 riporterà al centro elementi di progettazione, ricerca strutturale, tecnologia e ricerca della prestazione che sono il cuore di questo sport. Così come sui monotipi VO65 torneremo a vedere grandi squadre che si sfideranno ad armi pari. Avremo il massimo dalle due realtà."

Salén ha fatto riferimento anche ai tanti velisti olimpici e giovani talenti visti all'ultima Volvo Ocean Race: "Abbiamo visto in oceano medaglie olimpiche, vincitori della Coppa America, le stelle della vela. Vogliamo incoraggiare i team a dare spazio anche ai giovani."

Il Race management sta lavorando sulla preliminary Notice of Race per l'edizione 2021-22 che sarà pubblicata in autunno, con dettagli sul numero dei membri di equipaggio, incentivi di genere, restrizioni, regole di classe eccetera.

E' in corso inoltre, in collaborazione con The Sports Consultancy, il lavoro per identificare e selezionare alcune eccezionali città come location delle tappa della prossima regata, che si presume comprenderà tra 8 e 10 sedi di tappa, e comprenderà le famose lunghe tappe degli oceani del sud. La selezione delle location definirà la rotta 2021-22.

Robert Datnow, Managing Director di The Sports Consultancy: "Vogliamo coinvolgere le città con più entusiasmo sulla regata e la sua evoluzione anche sul piano del marketing. Mi aspetto un processo di selezione, in base alle candidature, che sarà competitivo e intenso." Una cosa è sicura, la partenza sarà ancora da Alicante, Spagna, tra settembre e ottobre 2021, e la conclusione in Europa in maggio-giugno 2022.

L'altro comproprietario della regata Richard Brisius: "Stiamo lavorando senza sosta dalla fine della scorsa edizione, per definire l'evoluzione della regata dal 2021 e successive. La nostra priorità è mantenere i valori storici dell'evento, pur muovendoci verso il futuro. Pensiamo a una regata intorno al mondo sostenibile, senza sosta, emozionante da seguire, una competizione esilarante tra squadre fatte dei migliori velisti, progettisti e costruttori della vela mondiale."

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti