SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Oceanica

06/02/2018 - 12:24

Volvo Ocean Race 2017-2018

Hong Kong-Auckland
6100 miglia insidiose

LA PARTENZA IN 60 SECONDI VIDEO della sesta tappa della Volvo Ocean Race: Hong Kong-Auckland, la City of Sails, una passeggiata di 6100 miglia. Ecco la lista completa degli equipaggi. Francesca Clapcich e Alberto Bolzan a bordo - DAL 20 FEBBRAIO AL 13 MARZO 7 SERATE VELA E-VENTO SULLA VOLVO OCEAN RACE

 

Auckland, la Città delle Vele (City of Sails si legge anche all'aeroporto della città neozelandese) si prepara ad accogliere per la decima volta la flotta dellebarche della regata intorno al mondo. La partenza della sesta tappa da Hong Kong alla Nuova Zelanda ha avuto uno spostamento di orario: siste le condizioni meteo l’orario di partenza è stato anticipato di due ore, alle 11 locali, le 4 del mattino italiane. 

Dopo la sosta cinese, in cui gli equipaggi sono stati accolti dall’entusiasmo dei fan locali, che hanno mostrato di apprezzare sempre di più la vela, grazie anche alla presenza di Dongfeng Race Team, con due velisti cinesi, e di Sun Hung Kai Scallywag, portabandiera do Hong Kong, domani sei team partiranno per una nuova, impegnativa frazione da Hong Kong a Auckland, la famosa City of Sails neozelandese.

VOR STORIES, QUI L'ULTIMO EPISODIO SU SAILY TV

LA PARTENZA DELLA TAPPA IN 60 SECONDI

CHE PERCORSO TORTUOSO, INCOGNITE TRAFFICO, ISOLE E METEO ALL'EQUATORE - La Leg 6 è lunga 6.100 miglia teoriche e si sviluppa sulla rotta da Hong Kong a Auckland, in Nuova Zelanda. La parte iniziale vedrà la flotta attraversare il Mar Cinese Meridionale, passando a nord delle Filippine. In seguito, entrerà in Pacifico per una lunga navigazione con prua sud-est, dovendo però evitare le numerose isole della Polinesia, prima di poter far rotta su Auckland.

La sesta frazione sarà ancora una volta caratterizzata strategicamente dal passaggio nord-sud dei Doldrum, le calme equatoriali, che si sono dimostrate decisive nella Leg 4. E, naturalmente la corsa verso Auckland, sulla costa est della Nuova Zelanda, nel corso degli anni ha visto molti scontri decisivi per giungere sul traguardo della famosa City of Sails, cui sono legati molti ricordi anche degli appassionati italiani.

Gli spagnoli di Mapfre, leader della classifica generale, taglieranno la linea di partenza forti di un vantaggio di quattro punti sui franco/cinesi di Dongfeng Race Team. Con la prospettiva di affrontare un nuovo passaggio dell’Equatore, i due skipper sono ben coscienti dei rischi posti da questa tappa. “Credo di poter definire la tappa verso Auckland insidiosa.” Ha detto lo skipper di Dongfeng, Charles Caudrelier. “Dobbiamo attraversare i Doldrum e sappiamo bene che è un passaggio complicato e un po’ casuale e siamo preoccupati di essere quelli che restano impantanati sotto una nuvola questa volta. Però è una delle tappe migliori perché si arriva ad Auckland che è un posto fantastico e un posto dove le persone ne sanno molto di vela e amano questa regata”.

Lo skipper spagnolo Xabi Fernández sa bene quali siano i rischi delle calme equatoriali, visto che nella Leg 4 il buon vantaggio accumulato nella prima parte della tappa è praticamente svanito, costringendo la barca rossa a una battaglia per le posizioni di rincalzo, con un risultato deludente per i leader della graduatoria overall. “Sappiamo tutti quanto difficili possano essere i Doldrum e la scorsa volta per noi è stata dura.” Ha dichiarato Xabi Fernández. “Ci siamo trovati a navigare lontano dai primi per 10 o 15 ore ed è stato terribile vedere gli altri andarci via…”.

CAFFARI: TAPPA DURA ANCHE PSICOLOGICAMENTE - Le previsioni meteo per lo start di mercoledì alle 11 locali di Hong Kong indicano un vento da nord-est dai 12 ai 15 nodi, condizioni ideali per la partenza ma successivamente il vento dovrebbe aumentare via, via nei primi giorni. “Questo tratto è sempre così.” Ha detto la skipper di Turn the Tide on Plastic Dee Caffari. “Mi ricordo che la scorsa edizione quando siamo partiti da Sanya (in Cina) abbiamo avuto condizioni di vento forte di bolina molto simili nello stretto di Luzon. E questa volta sarà lo stesso. La rotta non sembrerà evidente, perché dovremo quasi allontanarci dalla Nuova Zelanda prima di poter poggiare e mettere la prua verso la meta. E’ una tappa dura anche dal punto di vista psicologico.”.

NUOVA ZELANDA BATTE ITALIA: 350-130 - Questa sarà l’undicesima volta che la regata visiterà la Nuova Zelenda e la decima volta che l’arrivo sarà ad Auckland. Per molti velisti la City of Sails rappresenta la casa della Volvo Ocean Race, con oltre 350 atleti kiwi che vi hanno preso parte nel corso degli anni. Gli italiani, per fare un paragone, sono 130, compresi i due che saranno presenti in questa tappa, Francesca Clapcich a bordo di Turn the Tide on Plastic e Alberto Bolzan con Team Brunel.

LA VIGILIA SECONDO BOLZAN - "Dopo i buoni risultati ottenuti nelle In-Port Race disputate negli ultimi giorni si respira sano ottimismo: certo, regatare in altura è cosa diversa che manovrare sulle boe, ma a livello di performance ci siamo sentiti più competitivi del solito - spiega Alberto Bolzan mentre sta per presenziare al briefing meteo che anticipa il via di ogni frazione della Volvo Ocean Race - Abbiamo voglia di riscatto e siamo consapevoli che la momentanea assenza di Vestas 11th Hour Racing mette noi e Scallywag nella condizione di poterci avvicinare al terzo posto. Non ci aspettiamo sia facile perché la frazione presenta diversi fattori di rischio tattico: non a caso, proprio l'approccio ai Doldrums ha segnato il risultato della tappa conclusasi ad Hong Kong".

MA VESTAS NON CI SARA' - Le barche che prenderanno il via saranno sei, dato che Vestas 11th Hour Racing ha emesso una comunicazione lunedì che informava che avrebbe saltato questa tappa. Come seguire la partenza della Leg 6 da Hong Kong ad Auckland La partenza verrà data alle ore 11 locali, le 4 del mattino in Italia, di mercoledì 7 febbraio.

Per seguire in diretta si può usare il sito web www.volvooceanrace.com con il video in diretta e il blog degli esperti.

ECCO CHI PARTE - Le liste equipaggio della Leg 6.

Dongfeng Race Team Skipper: Charles Caudrelier Navigatore: Pascal Bidegorry Crew: Daryl Wislang Crew: Jeremie Beyou Crew: Kevin Escoffier Crew: Jackson Bouttell Crew: Marie Riou Crew: Carolijn Brouwer Crew: Liu Xue OBR: Martin Keruzoré

Mapfre Skipper : Xabi Fernandez Navigatore: Juan Vila Crew: Pablo Arrarte Crew: Rob Greenhalgh Crew: Willy Altadill Crew: Louis Sinclair Crew: Blair Tuke Crew: Sophie Ciszek Crew: Tamara Echegoyen OBR: Ugo Fonolla

Team AkzoNobel Skipper: Simeon Tienpont Navigatore: Jules Salter Crew: Chris Nicholson Crew: Justin Ferris Crew: Nicolai Sehested Crew: Bradley Farrand Crew: Luke Molloy Crew: Martine Grael Crew: Cecile Laguette OBR: Richard Edwards

Team Brunel Skipper: Bouwe Bekking Navigatore: Andrew Cape Crew: Carlo Huisman Crew: Louis Balcaen Crew: Peter Burling Crew: Kyle Langford Crew: Alberto Bolzan ITA Crew: Sally Barkow OBR: Yann Riou

Team Sun Hung Kai / Scallywag Skipper: David Witt Navigatrice: Libby Greenhalgh Crew: Alex Gough Crew: Annemieka Bes Crew: Benjamin Piggott Crew: John Fisher Crew: Antonio Fontes Crew: Grant Wharington Crew: Trystan Seal OBR: Jérémie Lecaudey

Turn the Tide on Plastic Skipper: Dee Caffari Navigatore: Brian Thompson Crew: Liz Wardley Crew: Nico Lunven Crew: Henry Bomby Crew: Lucas Chapman Crew: Bernardo Freitas Crew: Bianca Cook Crew: Annalise Murphy Crew: Francesca Clapcich ITA OBR: James Blake

DAL 20 FEBBRAIO AL 13 MARZO 7 SERATE VELA E-VENTO SULLA VOLVO OCEAN RACE - Torna l'appuntamento con le serate spettacolo sui grandi temi della vela, quest'anno dedicata alla regata intorno al mondo. Dal 20 febbraio a Palermo, fino al 13 marzo a Milano, con tappe nei circoli velici e a Bari, Roma, Trieste, Marina di Ravenna e Torino. SCOPRI CALENDARIO E OSPITI QUI

 

 

LA TAPPA DOPPIA IN CINA E LA PASSIONE DEI CINESI PER LA VELA: UN SOGNO DIVENTATO REALTA'

Esporta su ANSA: 
SI
Esportato su ANSA: 
NO

Commenti