SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > International

27/12/2017 - 12:26

Rolex Sydney-Hobart

Hobart, sorpasso-record
e Mascalzone tra i primi

Clamoroso arrivo: Wild Oats XI supera LDV Comanche proprio nelle ultime miglia e fa segnare il nuovo record della regata. Mascalzone Latino è secondo provvisorio nella classifica overall e primo IRC 0. C'è la protesta di Comanche per la virata di WOXI alla partenza (GUARDA IL NOSTRO VIDEO). Finale tutto da seguire - VIDEO DELL'ARRIVO

 

Finale elettrizzante per la Rolex Sydney To Hobart Race, con il supermaxi Wild Oats XI che ha approfittato dei forti venti da Nord nella notte per planare a velocità folli nello stretto di Bass verso la Tasmania e Hobart. All'entrata nello stretto LDV Comanche era in testa con Wild Oats XI solo due miglia indietro. Ma nella risalita finale verso il porto di Hobart c'è stato il clamoroso sorpasso! Secondo gli ultimi rivelamenti anche altri cinque inseguitori, compreso il VO70 Giacomo che vinse lo scorso anno, possono migliorare il precedente record.

Sul risultato potrebbe però pesare la protesta di LDV Comanche proprio contro Wild Oats XI, a seguito della virata molto stretta (potete rivederla nel nostro video al link qui sotto) in un incrocio poco dopo la partenza, ancora nella baia di Sydney. 

PROTESTA DI COMANCHE PER LA VIRATA STRETTA DI WILD OATS XI: IL VIDEO

Tutta da seguire la classifica overall in tempo compensato, con l'italiana Mascalzone Latino, undicesimo in reale e attualmente al secondo posto assoluto e prima IRC 0. Il leadser overall per ora è il TP 52 Quest di Paul Clitheroe. Ma il Cookson 50 italiano incalza da vicino. 

VIDEO DELL'ARRIVO DI WILD OATS XI

 

VIDEO DELL'ULTIMO TRATTO PRIMA DELL'ARRIVO DI WILD OATS XI E LDV COMANCHE

 

VIDEO DEL SORPASSO (INTORNO AL MINUTO 28-30)

Commenti

Emanuele (non verificato)

Notare, nella scena incriminata dell'incrocio in partenza, quanto sia più ridotto il baglio massimo di WOXI rispetto A quello di Comanche. Evidentemente finché i venti sono stati portanti Comanche non aveva rivali,poi, scapolato l'ingresso nella baia di hobart il vento era in faccia e WOXI ha potuto fare il suo mestiere ovvero bolina re in maniera eccezionale con angoli super stretti a differenza degli americani che hanno arrancato. Nella trappola della baia Gli Aussie avevano molti gradi sul reale di vantaggio a parità dì velocità di risalta in bolina. Nulla poteva comanche, la sua regata in quelle condizioni finali era persa già sul tavolo da disegno dello scafo. Super bagli e spigoli non sono necessariamente indizio di velocità della barca, piuttosto solo di moda direi...
Sacrosante osservazioni! Aggiungerei gli interrogativi sullo spettacolo reale della vela, provando a immaginare la scena (virate in faccia e tacking duel in un match race) nella prossima Coppa America 2012 con i monoscafi volanti (specialmente in condizioni di poco vento).