SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > FIV

05/02/2018 - 16:51

Guai a perdere questo treno...

Genova, Salone e FIV,
tutti sulla vela olimpica

Tricolori della Vela Olimpica a Genova, leggi il Bando di Regata: in palio 43.250 euro di premi in denaro per atleti e circoli, chi può vincerli. L'apertura a equipaggi stranieri. La collaborazione con il Comune di Genova (che sogna la Volvo Ocean Race o la World Cup Series Final) e UCINA Confindustria (che finalmente porta in Fiera barche che al Salone non vediamo quasi mai). Vela Olimpica: ora o mai più

 

Come Saily.it ha annunciato in anteprima, è iniziato il conto alla rovescia per l'edizione 2018 dei Campionati Italiani delle Classi Olimpiche (CICO), una delle regate FIV a maggiore potenziale, finora per la verità poco sfruttato, e tra quelle più amate dagli appassionati delle classi a cinque cerchi, la vela allo stato puro. Formula introdotta dalla Federvela negli anni della presidenza di Sergio Gaibisso, l'idea di disputare il campionato italiano di tutte le classi olimpiche del momento, insieme, in unica data e località, è stata sempre oggetto di grandi attese e allo stesso tempo di dubbi amletici.

Era meglio la vecchia fornula - ogni classe si organizzava il proprio campionato italiano, in luogo e data diversa dalle altre - oppure funziona questa "piccola Olimpiade della vela azzurra", tutti insieme appassionatamente? Certo non sono tanti i circoli (o consorzi) e le località italiane in grado di ospitare, per spazio, condizioni meteo e capacità organizzative, un evento che ha numeri quasi sempre importanti. Nel tempo, anche nella stessa FIV, l'idea del CICO ha avuto alti e bassi. Con Carlo Croce ad esempio sembrava finita in disgrazia, e stava per passare il ritorno ai campionati singoli per ciascuna classe. Scampato quel pericolo, con Ettorre (che pure di Croce è stato vice per un quadriennio) il CICO sembra tornato una priorità della Federazione.

Nell'ottica di una vela olimpica moderna, che deve farsi vedere, e far vedere gli atleti, i circoli, gli sponsor, un CICO unito è l'unico formato serio e in grado di poter assicurare risultati, con qualche centinaio di barche al via. Ancora di più con i numeri delle classi olimpiche in Italia. I Mondiali "unitari" di tutta la Vela Olimpica, si svolgono ogni quattro anni, e sono anche importante momento di qualifica olimpica (quest'anno proprio ci sarà l'appuntamento di Aarhus in Danimarca), anche in quel caso, di fatto è un anticipo dell'Olimpiade velica: tanti campi di regata, tanti campioni, tante storie da raccontare, quindi tanto lavoro per i media. Sempre che ai media interessi qualcosa della Vela Olimpica, e che qualcuno provveda a sensibilizzarli sul tema.

Il caso del CICO 2018 a Genova ha vari risvolti. Intanto l'evento sbarca in città con un anno di ritardo: doveva esserci già nel 2017, ma Genova si tirò indietro e all'ultimo la FIV dovette fare una doppia rotta a sud, prima su Civitavecchia e poi sul Porto di Roma, a Ostia. Adesso tocca alla città dove ha sede la FIV (unica federazione insieme allo Sci (Milano) a non avere sede a Roma). La storia della vela è passata da qui, ed è giusto che da qui riparta. A Genova c'era una importante settimana velica internazionale, e il test-CICO può essere la scintilla per un ritorno al passato, con il corollario delle struttura della Fiera, con la collaborazione di UCINA che potrebbe preludere a un evento velico completo anche per il pubblico in primavera, con un momento politicamente favorevole in cui il Comune è così attratto dallo sport della vela. Non manca niente.

Infine il 2018 è anche l'anno in cui tutti i campionati di tutte le classi, anche non olimpiche, si chiameranno Campionati Italiani. Anche i Vaurien, i Fireball, i Sunfish. Unica condizione, almeno 13 barche al via. L'ha stabilito la Normativa dell'Atività Agonistica, è un cambiamento importante e non solo di forma, perchè sparisce la distinzione tra campioni nazionali e campioni italiani, e se non ne abbiamo saputo nulla lo dobbiamo a un altro capolavoro della "comunicazione" FIV.

Abbiamo scritto (già in questo articolo) che CICO 2018 a Genova nei padiglioni del salone nautico è una straordinaria occasione per sbattere la vela e i velisti in prima pagina, fare grancassa sull'informazione locale e nazionale, persino internazionale. Continuiamo a crederlo, e per quanto possibile faremo la nostra parte, come speriamo facciano tutti, a cominciare dall'ente che è chiamato anche statutariamente a farlo: la FIV.

QUI IL BANDO DI REGATA

SU SAILY MAGAZINE E SAILY TV, UN GRANDE SPECIALE CICO GENOVA 2018 IN ARRIVO

IL COMUNICATO STAMPA FIV - (Federvela) Si è tenuta questa mattina a Genova nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, la conferenza stampa di presentazione del CICO 2018, il Campionato Italiano Classi Olimpiche, che si terrà proprio a Genova dal 21 al 25 marzo prossimo. A rappresentare il Comune di Genova, il sindaco Marco Bucci e il consigliere con delega allo sport Stefano Anzalone, l’assessore regionale alle attività giovanili con delega allo sport, Ilaria Cavo, per lo Yacht Club Italiano – circolo capofila degli undici delegati dalla FIV – il presidente Nicolò Reggio, per UCINA – Confindustria Nautica la presidente Carla Demaria e per la Federazione Italiana Vela il presidente Francesco Ettorre ha mandato i saluti con un video, perché impossibilitato a presenziare.

La Federazione Italiana Vela ha assegnato il CICO 2018, evento di punta dell’anno, allo Yacht Club Italiano come capofila di altri 11 circoli genovesi. La base logistica sarà la Fiera di Genova con centro nel padiglione disegnato da Jean Nouvel, e le regate si terranno tra il Lido di Albaro e la diga foranea del Porto di Genova con primo segnale di avviso alle 12 del 22 marzo, non prima della Cerimonia d’Apertura che avrà luogo il giorno precedente.

Oltre a tutte e dieci le classi olimpiche (Laser M,J, Laser Radial F,J, 470 M,F,J, Finn, 49er, 49er FX, Nacra 17 ed RS:X M e F) il Campionato sarà aperto anche agli atleti paralimpici della classe 2.4mR e la regata per loro varrà per la Guldmann Cup. I Campionati saranno Open, quindi aperti anche a equipaggi stranieri, che però non concorreranno all’assegnazione del titolo di Campione Italiano; anche quest’anno la FIV elargirà premi in denaro come incentivi per società e atleti partecipanti per un totale di circa € 45,000 – nel bando i dettagli. 

Francesco Ettorre, Presidente Federazione Italiana Vela “Il Campionato Italiano Classi Olimpiche che approda a Genova, dopo qualche anno di tentativi, finalmente si è concretizzato ed è indubbiamente un risultato importante e di grande respiro per la città, ma anche per tutta la vela nazionale. Il CICO è una manifestazione che vogliamo portare ai vertici perché rappresenta l’eccellenza della vela nazionale e abbiamo molti atleti che si sono distinti in questi anni nelle classi olimpiche, quindi poterli avere tutti insieme in questo spettacolo che sarà offerto certamente dalla Fiera nello spazio – che ci garantirà in futuro altre manifestazioni – mi fa pensare che sarà un momento di grande sprone per tutta la vela nazionale. Vorrei infine davvero ringraziare tutti coloro che hanno creduto in questa operazione e che da qui in avanti fino alla manifestazione daranno il proprio contributo per la sua realizzazione.”

Il cuore delle attività a terra saranno le aree della Fiera di Genova, messe a disposizione dal Comune, con il grande padiglione di Jean Nouvel che, forte dei suoi 15.000 metri quadrati coperti, sarà un’enorme e inedita ‘base velica’, unica nel suo genere. Qui troveranno ricovero le imbarcazioni più piccole, le aree ristoro, gli spogliatoi per gli atleti, le aree meeting, le stazze e gli uffici degli ufficiali di gara. Il padiglione ha l’accesso diretto sulla darsena interna dove saranno posizionati gli scivoli per tutte le Classi, così da consentire le operazioni di alaggio e varo in tempi molto rapidi.

Tutta l’area intorno al padiglione blu sarà dedicata a Laser, 470, Finn, RS:X e 2.4, mentre nel piazzale della nuova darsena, vi sarà il boat park per Nacra 17 e 49er con i relativi scivoli. Qui l’area è stata messa a disposizione da UCINA – Confindustria Nautica e I Saloni Nautici, anch’essi impegnati a fare sistema per il buon esito della manifestazione.

Carla Demaria, Presidente UCINA Confindustria Nautica "Siamo onorati di patrocinare questo importante evento che conferma la consolidata partnership tra UCINA - Confindustria Nautica e Federazione Italiana Vela, nata nel 2014 e che ha portato fino ad oggi ad importanti risultati. In occasione del CICO 2018, parteciperemo non solo in qualità di patrocinatori ma anche con un supporto organizzativo e con la realizzazione di un workshop dedicato alle nuove figure professionali che il nuovo Codice della Nautica ha finalmente normato."

Nel mezzanino del piano B sono state previste sale stampa e gli uffici dei giudici federali, con una magnifica vista su tutta l’area operativa che in quei giorni sarà teatro dei Campionati. Lo sforzo corale della città nell’accogliere per la prima volta un evento così importante, è testimoniato dall’impegno con cui le Istituzioni hanno da subito sposato le regate, ognuno facendo la sua parte e mettendo a sistema risorse e infrastrutture.

Marco Bucci, Sindaco di Genova “Da appassionato del mondo della Vela non posso che essere felice che Genova ospiti un evento così importante nel panorama nazionale velico. L’impegno che ci poniamo come amministrazione è quello di attrarre in città sempre più eventi per poter promuovere l’immagine della nostra meravigliosa Genova, ma soprattutto poter dare risalto ai valori che discipline sportive come la Vela possono trasmettere a intere generazioni. Ringrazio la Federazione Italiana Vela, lo Yacht Club Italiano e tutte le associazioni che si sono adoperate per arrivare a questo risultato.”

Ilaria Cavo, Assessore regionale ligure attività giovanili “Aver reso possibile l’organizzazione di una manifestazione di punta della stagione velica nazionale rappresenta il consolidamento di un percorso di sostegno allo Sport che da tempo è stato avviato con il contributo di Regione Liguria, grazie anche allo stanziamento di nuove risorse. Nella convinzione che grandi eventi come il CICO rappresentino un’opportunità per diffondere sempre più una disciplina olimpica e di tradizione ligure, che deve diventare sempre più alla portata di tutti, in una regione altamente turistica, dove il valore del talento sportivo ben si coniuga con la promozione del territorio.”

La manifestazione vede Yacht Club Italiano impegnato come capofila delle Società dei Circoli Velici Genovesi, ovvero: Unione Sportiva Quarto, Lega Navale Italiana Quinto – Circolo Nautico Sturla, Circolo Vele Vernazzolesi, Dinghy Snipe Club, Club Vela Camogli, Unione Sportiva Ecologica Ciappeletta, Circolo Velico Interforze, Club Amici Vela e Motore Recco, Associazione Sportiva Dilettantistica Prà Sappello e il Club Nautico Bogliasco. I club metteranno a disposizione uomini e mezzi per il controllo e la gestione dei cinque campi di regata con un poderoso dispiegamento di imbarcazioni di servizio, unitamente a quelle di Carabinieri e Croce Rossa. Proprio quest’ultima, oltre a occuparsi delle attività di primo soccorso a terra e in mare, allestirà i servizi di ristoro per i partecipanti e supporto particolare per gli atleti portatori di disabilità della Classe 2.4.

Nicolò Reggio, Presidente YCIL’organizzazione dei Campionati Italiani nelle nostre acque ci riempie di orgoglio e ben riflette il DNA del Club, che proprio nelle classi olimpiche e nei giovani vede il miglior investimento per il futuro. Avere per la prima volta a Genova un evento così importante, rappresenta uno sforzo corale che ci vede capofila assieme agli amici di altri 11 circoli velici genovesi. Un magnifico impegno e una straordinaria opportunità per la nostra città, quinta naturale dei cinque campi di regata.”

SU SAILY MAGAZINE E SAILY TV, UN GRANDE SPECIALE CICO GENOVA 2018 IN ARRIVO

Esporta su ANSA: 
NO
Esportato su ANSA: 
NO

Commenti