SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Olimpica

22/05/2018 - 10:22

Il doppio olimpico a metà campionato continentale

Europeo 470, Day 3
Scatto Berta-Caruso

VIDEO DAY 3 - L'Europeo 470 a Bourgas in Bulgaria ha vissuto una giornata intensa di vento medio-forte tra 15 e 20 nodi. Migliore barca azzurra quella femminile di Elena Berta con la neo-prodiera Bianca Caruso, che rimontano fino al secondo posto in classifica. In ripresa notevole anche Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini, 9 in generale. Tra i ragazzi tengono ma scendono dal 3° al 10° in classifica Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò - FOTO E CLASSIFICHE COMPLETE

 

Come previsto, il Mar Nero ha anche e soprattutto arie importanti. Vento protagonista nel terzo giorno dell'Euro470, secondo di regate. Siamo arrivati a 6 prove e quindi oltre metà strada. Mancano solo altre tre manche di qualifica, mercoledi 23, e poi la parola sarà alle Medal Race di giovedi 24 tra  i top-ten delle due flotte. In casa italiana si festeggia il secondo posto generale di Berta-Caruso.

L'exploit che le porta al secondo gradino del podio a due giorni dalla conclusione, conferma la solidità di Elena e rafforza la scelta - sempre delicata a metà stagione - del cambio di prodiera. Finito il lungo sodalizio con Sveva Carraro (le due avevano conquistato un argento proprio all'Europeo 2017), è il turno di Bianca Caruso, a sua volta non esordiente, visto che viene da un biennio intenso a prua di Ilaria Paternoster. Un valzer che può lasciare qualche interrogativo, ma che in definitiva va visto alla luce dei risultati e sul medio-lungo periodo.

Elena e Bianca in sei prove a parte lo scarto non sono mai andate oltre il 9° posto. Precedono le olandesi che hanno dominato in World Cup a Hyeres e sono defender del titolo, e inseguono le israeliane Cohen e Lasry. Bel segnale anche la rimonta dal 15° al 9° posto di Benny Di Salle e Ale Dubbini. All'antivigilia della Medal avremmo due ITA tra le prime dieci continentali. Non male.

Tra gli uomini, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò della Marina Militare si sono difesi pur non trovando il giusto approccio alle condizioni: STP (una penalità dalla Giuria)-13-16 e decimo posto difeso con i denti. In alto il vetone sembra aver rimesso gli equipaggi più esperti e coriacei, anche più pesanti: greci, russi, svedesi, turchi. G&G adesso devono mantenere la concentrazione, oggi è imperativo restare nei dieci e farsi giovedi una bella Medal. Medal che è un po' lontana per Matteo Capurro e Matteo Puppo 16 (19-20-17), a meno di una super giornata. Perchè no?

CLASSIFICHE COMPLETE

VIDEO DAY 3

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti