SEGUICI ANCHE SU

News | Crociera > Vele d'Epoca

30/04/2018 - 23:20

Il passato si conserva

Eleganza d'epoca
a Cala de Medici

Marina Cala de Medici protagonista della regata di vele d'epoca e l'innovativo concorso di eleganza, con imbarcazioni e auto storiche in bella mostra 

 

Si è conclusa ieri la regata delle vele d’epoca, inserita nella Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018 (SVIANCL), manifestazione velica che ha visto le bellissime “signore del mare” impegnate sue due prove, la prima venerdì sulla rotta Livorno-Cala de’ Medici, e la seconda ieri sul percorso Cala de’ Medici-Gorgona-Livorno.

La regata, che si è svolta anche grazie al sostegno di Marina Cala de’ Medici, ha visto il Porto turistico di Rosignano protagonista nelle giornate di venerdì e sabato, con le vele d’epoca ormeggiate lungo i suoi pontili e location d’eccezione dei due appuntamenti conviviali organizzati a favore di armatori ed equipaggi. Grande novità di questa regata di vele d’epoca è stato il Concorso di Eleganza che si è svolto sabato all’interno del Marina e che ha visto per l’occasione esposte lungo la banchina di riva del Porto delle bellissime auto storiche che, assieme alle imbarcazioni ormeggiate sui pontili, hanno fatto la gioia dei tanti visitatori giunti a Cala de’ Medici per l’evento.

Il Concorso di Eleganza ha visto, infatti, abbinata a ciascuna imbarcazione un’auto storica realizzata nel medesimo periodo ed un vino della Costa degli Etruschi. L’accostamento, deciso dall’armatore dell’imbarcazione, ha cercato di rappresentare al meglio il carattere e lo stile dell’imbarcazione e del suo equipaggio. Nella scelta degli abbinamenti gli armatori sono stati affiancati da esperti dell’Associazione Automotostoriche Garage del Tempo e della Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi.

La competizione velica ha visto in testa alla classifica definitiva APM (Classe “Vele d’epoca”) l’imbarcazione Margaret, seguita da Ojalà II (secondo posto) e da Artica II (terzo posto). Vincitrice nella Classe “Spirit of Tradition” l’imbarcazione Josian. La regata si è svolta sotto l’egida della Federazione Italiana Vela (FIV) ed il Comitato di regata è stato presieduto dal Giudice FIV nazionale Andrea Bimbi.

Per quanto riguarda il Concorso di Eleganza, la vittoria è andata ancora una volta all’imbarcazione Margaret, già vincitrice della competizione velica nella Classe “Vele d’epoca”, abbinata ad una Lancia Lambda II serie del 1923 e ad un Grattamacco Rosso del 2014. Seconda classificata Artica II, abbinata ad una Porsche 356 1500S del 1953 e ad un Chiappini-Lienà Petit Verdot. Terza classificata Josian, abbinata ad una Jaguar MK2 3:8 del 1963 e ad un Antinori-Bolgheri Bruciato.

Altro elemento indicativo dell’obiettivo generale della manifestazione, quello cioè di incentivare e promuovere la passione per la navigazione e il mare per tutti, è stata la presenza di un’imbarcazione storica - alquanto speciale: Cadama, dell’armatore Andrea Brigatti. Cadamà rappresenta uno dei pochi esempi al mondo di imbarcazione completamente accessibile ai diversamente abili. Lo stesso Brigatti, costretto da tempo su una sedia a rotelle, insieme ai suoi collaboratori dell’Associazione “Timonieri Sbandati” e al supporto della Lega Navale, si occupa a tempo pieno dell’imbarcazione perché mosso dal desiderio di riprendere la “dimensione sociale” della navigazione estendendola anche a tutti quelli che possono fruirne in maniera “diversa”.

Hanno preso parte alla cena di gala di sabato, oltre ovviamente a tutto il management del Cala de’ Medici, a partire dal Presidente Avv. Flavia Pozzolini e dall’AD e Direttore portuale Matteo Italo Ratti, che sarà anche presente domani alla cerimonia di chiusura della SVIANCL 2018, il Comandante dell’Accademia Navale di Livorno Contrammiraglio Pierpaolo Ribuffo e il Presidente della Provincia di Livorno e Sindaco del Comune di Rosignano Marittimo Alessandro Franchi.

La regata è stata organizzata dalla Lega Navale Italiana, Sezione di Livorno, con la preziosa collaborazione di Marina Cala de’ Medici, il Consorzio La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi, il Garage del Tempo e Lusben.

Commenti