SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Oceanica

05/10/2017 - 18:58

Mini Transat: altro che condizioni leggere...

Disalbera Luca Sabiu
elicottero e ospedale

Mini Transat, il quarto disalbermento coinvolge un altro italiano, costretto al ritiro anche Luca Sabiu. Recuperato in elicottero è ora in ospedale a La Coruna (Spagna) con due costole rotte. La barca è alla deriva. Il primo messaggio di Luca

 

Nella notte anche lo skipper Luca Sabiu, skipper di Vivere La Vela ITA 538, ha perso l’albero mentre era in avvicinamento ad uno dei punti più complicati della prima tratta della Mini Transat, il passaggio a Capo Finisterre.

Da un comunicato pubblicato sulla pagina facebook della scuola dove Luca svolge l’attività di istruttore, si legge che l’incidente è avvenuto nella notte e a causa del mare formato lo skipper è scivolato procurandosi la rottura di due costole. Questo non ha permesso a Sabiu di preparare un armo di fortuna con l’unica soluzione di chiamare i soccorsi.

Un elicottero ha recuperato lo skipper trasportandolo all’Ospedale di La Coruna, dove ha subito contattato la famiglia per rassicurare sul suo stato di salute. La barca è attualmente alla deriva.

Dalla pagina FB di viverelavela - "Luca sta bene: è la prima e più importante cosa da dire stamattina. Ieri notte, con 4 metri di onda, l'albero di Jolly Roger non ha retto: le condizioni meteo e una banale scivolata, non hanno permesso a Luca di improvvisare un armo di fortuna, lasciandogli così come unica opzione quella di allertare il Comitato di regata e attivare il suo PLB.

"Grazie all'intervento di un elicottero è stato recuperato e trasportato, solo a scopo precauzionale, all'Ospedale di La Coruna da dove è anche riuscito a contattarci telefonicamente. Luca tiene a sottolineare che sta bene nonché a salutare e ringraziare tutti quelli che lo hanno sostenuto e seguito in questa avventura: appena possibile racconterà lui stesso cosa è successo e, conoscendolo, siamo sicuri che ne trarrà spunti per i suoi allievi!

"Noi ringraziamo COSPAS-SARSAT, Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Roma che si è immediatamente messa in contatto con i propri colleghi portoghesi e francesi e con i familiari di Luca, il Comitato di regata e tutto lo staff della Mini Transat La Boulangère e in particolare Annabelle Moreau che ha tenuto informata Cristina sull'evoluzione della vicenda in una notte... "interessante", come direbbe il nostro Luca: ti aspettiamo a scuola Comandante!

IL PRIMO MESSAGGIO DI LUCA SU FB - Ciao, domani mattina rientro in Italia: voglio andare in Ospedale a Milano e cercare di rimettermi quanto prima. Ho scritto davvero tanto in questi giorni e presto vi farò leggere anche la parte bella di questa incredibile storia di mare. Oggi il bello viene offuscato dal dolore e dal dispiacere ma in un viaggio così va considerato anche quello e, credetemi, è stato un bel viaggio. Su quell'elicottero eravamo solo io e tre soccorritori spagnoli, ma a me sembrava pieno di voi... Vi voglio bene, Luca

Commenti