SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Altura

18/12/2017 - 00:02

Vela invernale

Costiera a Traiano
con 20 nodi per tutti

Finalmente a Riva di Traiano una domenica di vento giusto e di regata: 20 nodi (con raffiche a sfiorare i 30), il Comitato di Regata ha scelto di far disputare una prova costiera di 17 miglia per i regata e 13 per i crociera

 

Dopo due prove annullate ed una portata a casa con le unghie e con i denti, il Vento ha concesso una splendida e freddissima giornata di gran sole. Sono stati circa 20 i nodi che hanno soffiato costanti per tutta la regata, con qualche sporadica raffichetta, subito rientrata, che ha raggiunto punte di 27 nodi. “Il vento, come da previsioni, c'è stato ma ha brandeggiato per tutto il tempo – ha commentato una volta a terra il direttore di regata Fabio Barrasso – con oscillazioni di più/meno 20° rispetto al nord. Per questo motivo ed anche perché, in caso di rinforzo del Grecale, sarebbe stato più facile trovare aree protette, abbiamo optato per la costiera. Il bastone non avrebbe potuto avere uno svolgimento regolare. I Per 2 ed i Regata hanno percorso circa 17 miglia arrivando a Santa Severa, mentre i Crociera si sono misurati su un percorso di 13 miglia fino a Santa Marinella”. 

Il meteo duro ha anche mietuto vittime illustri. Tra rotture di vele e guai ai timoni, hanno abbandonato Ars Una, Er Cavaliere Nero e Lancillotto, solo per citarne alcuni. A spuntarla è stato invece il campione in carica, Tevere Remo Mon Ile, First 40 di Gianrocco Catalano, che ha preceduto in IRC Vulcano 2, First 34.7 di Giuseppe Morani e Vahiné 7, First 45 di Francesco Raponi.

In ORC, invece, la vittoria è andata a Vahiné 7, davanti a Tevere Remo e a Canopo, GS 39.2 di Adrano Majolino. Tevere Remo ha anche conquistato la vetta della classifica generale in IRC con 4 punti, seguito da Vulcano 2 (9 punti) e da Aphrodite di Pierfranco Di Giuseppe (12 punti) e in ORC (6 punti) davanti allo Swan 45 Aphrotide ( 9 punti) e Canopo (10 punti).

Nei “Per 2” c’è stata la grande performance di uno degli storici “solitari” della Roma per 1, Oscar Campagnola, che in coppia con Luca Tisselli ha conquistato il primo posto in IRC mettendo la prua del suo Comfortina 42, Fair Lady Blue, davanti al Sunfast 3600 Loli Fast di Davide Paioletti e all’X41 Jox-Avs Group di Pietro Paolo Placidi.

In ORC la vittoria è andata al Comet 45S Libertine di Marco Paolucci, davanti a Loli Fast e a Fair Lady Blue. In classe Crociera, sotto la severa e costante guida dell’Ammiraglio Franco Lo Sardo, l’equipaggio di Maylan, Sun Odyssey 49 di Anna Paolini, sta compiendo un incredibile salto di qualità in questa sua prima stagione tra i Crociera. Questo primo posto in una giornata di forte vento, fa il paio con il terzo posto raggiunto nell’altra regata disputata con pochissimo vento e proietta Maylan al secondo posto in classifica generale con 4 punti, dietro al leader, il First 36.7 Malandrina di Roberto Padua, oggi secondo (3 punti), e davanti al GS 436 Panta Rhei V di Luciano Bologna.

IL terzo posto di giornata lo ha invece conquistato Heaven, Sun Odyssey 35 di Mauro Savona. “Giornata splendida per tutti – ha commentato il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e giusta conclusione di una prima parte di Invernale molto sofferta. Spiace che i Gran Crociera non abbiano potuto scendere in acqua, ma l’attenzione alla sicurezza deve essere massima, ed oltre i 15 nodi, come da regolamento, devono restare a terra. Attendiamo tutti per la regata della Befena, il 6 gennaio, e per la ripresa del Campionato il 14 gennaio”.

Commenti