SEGUICI ANCHE SU

Messaggio di errore

The spam filter installed on this site is currently unavailable. Per site policy, we are unable to accept new submissions until that problem is resolved. Please try resubmitting the form in a couple of minutes.

News | Regata > Vela Olimpica

11/06/2017 - 20:18

Vela a cinque cerchi

Ciao Santander: G&G
regalano un altro podio

Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò terzi nel 470 M (e vittoriosi nella Medal Race in diretta streaming anche su Saily). Bilancio azzurro con il DT Michele Marchesini. Ma adesso per la vela olimpica si avcicinano i mesi della verità: in Italia e a livello mondiale... - SU SAILY TV IN ARRIVO SERVIZI SU SANTANDER 2017

 

Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò terzi nel 470 M, bissano il "bronzo" di ieri del kiteboarder Riccardo Andrea Leccese e nobilitano la trasferta della vela azzurra a Santander per la Sailing World Cup Final 2016-2017, che per altri versi ha tanti aspetti da rivedere. Leccese e il Kite hanno davanti una strada olimpicamente ancora molto lunga (in altra parte del sito trovate le ultime (non brillantissime) notizie che arrivano per la vela dal CIO), mentre G&G, i due romani della Marina Militare allenati da un certo Gabrio Zandonà, si confermano un prospetto sul quale contare, insieme ai genovesi Matteo Capurro e Matteo Puppo. Giacomo e Giulio hanno vinto la Medal Race e questo suona ulteriore segno di maturità per due atleti molto giovani.

Sfumato l'assalto al podio di Silvia Zennaro, buona finale di Coppa del Mondo per lei, ma brutta Medal (decima) anche se con sfortuna.

Bilancio azzurro quindi tutto sommato positivo, e non a caso nel comunicato FIV (che trovate qui in basso) torna a farsi sentire anche il DT Michele Marchesini dopo un lungo silenzio.

Adesso per la vela olimpica inizia un periodo difficile, sia in Italia che nel mondo. Tra poco ci sarà un Europeo Nacra 17 addirittura con doppia classifica (con o senza foil) che fa sorridere. Poi si attende la trattativa col CIO sul numero di velisti per Tokyo (ridotti da 380 a 350), e quindi le decisioni conseguenti sui formati delle selezioni olimpiche. Senza contare l'attesa finora vana sull'introduzione degli eventi dimostrativi di kite e vela offshore. Staremo a vedere.

In chiave più italiana, il bilancio dovrà riguardare anche la prima stagione con squadre nazionali "liquide" secondo normativa introdotta dall'era Ettorre. Atleti ed equipaggi si preparano un po' in ordine sparso, e si sente l'esigenza di fare un punto della situazione.

REPORT DEL GIORNO

(Comunicato Stampa FIV) Giornata conclusiva per le finali di Coppa del Mondo delle classi olimpiche a Santander. Oggi in acqua per le Medal Race c’erano le classi 470 maschile e femminile Laser, Laser Radial e Finn.

Sul Campo Alpha nella baia di Santander con 10 nodi da Ovest, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) vincono la Medal Race e si aggiudicano la medaglia di bronzo.

Ferrari/Calabrò, dopo 5 giorni di regate, si sono presentati questa mattina sul campo di regata in quarta posizione nella classifica generale. Dopo una bellissima partenza riescono a girare tutte le boe in testa alla flotta andando a tagliare il traguardo della Medal Race in prima posizione.

Con il punteggio della Medal race che vale doppio, riescono a risalire di una posizione in classifica generale andando a cogliere un fantastico bronzo per l’Italia.

I greci Mantis/Kagialis sono sul gradino più alto del podio mentre è medaglia d’argento per gli austriaci Bargeher/Mahr.

Sempre sul campo di regata interno, nella baia di Santander, per la Medal Race dei Laser Radial, Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) parte bene e gira la prima boa in quarta posizione ma purtroppo chiude la Medal Race al 10° posto.

La classifica finale vede la belga Evil Van Ackermedaglia d’oro, argento per la greca Vasileia Karachaliou e bronzo per l’uruguaiana Dolores Moreira Fraschini.

Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) chiude la World Cup Series Final in sesta posizione.

Nell’altra Medal Race dei 470 femminili che vedeva impegnate Elena Berta e Sveva Carraro (CC Aniene-Aereonautica Militare) il vento cala a 8 nodi in oscillazione e le atlete azzurre colgono un 8° posto che le posiziona nella classifica finale proprio in ottava posizione. Oro per le inglesi Mills/Mcintyre, argento per le olandesi Zegers/ Van Veen e bronzo alle spagnole Mas Depares/Cantero Reina.

Nei Laser oggi nessun italiano in Medal Race. La medaglia d’oro va al francese Jean Baptiste Bernaz, argento al tedesco Philipp Buhl e bronzo all’americano Charlie Buckingham, Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle) chiude al 13° posto.

Anche nei Finn nessun italiano in Medal Race ed è l’inglese Ben Cornish vince la medaglia d’oro, argento per l’ungherese Zsombor Berecz e bronzo per l’altro inglese Edward Wright. Enrico Voltolini (Fiamme Gialle) chiude in 16° posizione.

Ecco il commento del Direttore Tecnico Michele Marchesini: “Abbiamo interpretato questa finale di World Series, che stenta a decollare e dal livello altalenante, come uno step intermedio. Siamo comunque soddisfatti perché abbiamo portato a casa l’esperienza di 5 equipaggi in Medal Race; anche se quella del 470 femminile era scontata visto il numero delle partecipanti. Bellissima prestazione oggi di Ferrari/Calabrò che rimediano alle sbavature dei primi giorni vincendo la Medal Race e conquistando la medaglia di bronzo in una flotta di buon livello. Molto importante il quarto posto di Tita/Banti nei Nacra 17 e soprattutto una buona prestazione di Silvia Zennaro che in una flotta di livello molto elevato continua a dare segnali positivi. Molto bene nei Formula Kite Andrea Leccese che è oramai una realtà a livello internazionale.”

Commenti