SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Olimpica

05/08/2018 - 23:11

Mondiale vela olimpica di Aarhus, Day 4: giorno molto azzurro

Catamarani & windsurf
Tutti dietro all'Italia

Il cat misto Nacra 17 Foiling e i windsurf RSX maschili e femminili, un bel vento teso e rafficato. Risultato: tante prove vinte, belle classifiche, primato per gli europei in carica Ruggero Tita e Caterina Banti (tre primi di fila!) e per Daniele Benedetti (RSX) dopo otto mesi di stop (1-1-4): "Avevo i brividi". Grande giornata anche per Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, terzi (3-2-2), Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi, noni (6-3-6), Marta Maggetti (7-1), Flavia Tartaglini (11-2). Silvia Zennaro in area-Tokyo - GUARDA 3 VIDEO

 

Sei vittorie di giornata, come si chiamavano ai tempi di una prova al giorno. Oggi primi di manche, spesso di batteria. Conunque sei volte una vela con la scritta ITA è transitata per prima sulla linea del traguardo, a raccogliere l'urrà del Comitato. Una bella giornatona azzurrissima ad Aarhus. Che non a caso è coincisa con l'esordio del Mondiale per il catamarano misto Nacra 17 Foiling, e dei windsurf RSX maschili e femminili. Tre classi olimpiche dove la vela italiana è ai vertici, e non da oggi.

Ruggero Tita e Caterina Banti, davvero incredibili: uno-uno-uno, scartano un primo, non hanno avuto nè dubbi nè rivali, e sono subito primi in classifica. Incrociamo le dita. Con meteo difficile, vento forte a raffiche, che ha messo alla frusta molti cat con ingavonate e spettacolari sbandate, problemi di equilibrio, Titabanti sono letteralmente volati via. Alle loro spalle subito due medaglie di Rio 2016, gli austriaci e il redivivo Santiago Lange. Ma a pari punti con l'olimpionico in carica ci sono Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (3-2-2), splendidi per tutto, non ultima la vigilia tormentata per l'infortunio alla prodiera. E che dire di Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi, noni (6-3-6), appena dietro gli australiani altra medaglia di Rio e davanti ai fratelli Nathan e Haylee Outteridge, per non parlare dei campioni mondiali in carica, gli inglesi Ben Saxton e Niki Boniface, solo diciottesimi (11-16-4)?

I Nacra 17 a questo supermondiale sono quasi 90. Oltre ai tre azzurri in zona medal, vanno sottolineati il 21° posto di Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (a 3 punti dai britannici iridati, con tre prove mature: 7-11-14), e il 27° di Erica Ratti e Francesco Porro (14-12-12) per nulla spaventati dalla posta in palio, dal livello e dagli sballottamenti di vento e onde corte e ripide. Abbiamo un mega team da flotta Gold.

Le altre prove vinte di giornata sono venute dalle tavole a vela: due da Daniele Benedetti e una da Marta Maggetti. Due giovani, due storie di forza di volontà. Daniele tornato alle gare ufficiali dopo otto mesi di stop forzato per infortunio ai legamenti e operazione al crociato. Aveva una voglia matta di saltare e volare e andare dalla parte giusta, per cui vincere è venuto facile, quasi una conseguenza. Che vuol dire tante cose: la forza della mente sgombra, senza aspettative, la riapertura del bellissimo confronto in casa tra due amici fraterni di Civitavecchia Daniele e Mattia. Facile immaginare oggi una lunga selezione tra i due in chiave Enoshima. E sarà una bella storia da raccontare.

Intanto vedere Daniele bordeggiare ben davanti al sovrano Dorian Van Rijsselberge è già un regalo. Ed è giusto che lui descriva così la sua giornata: “Oggi dopo otto mesi senza regatare, a causa di un infortunio e del conseguente intervento avvenuto lo scorso dicembre cui è seguita una lunga riabilitazione e una preparazione di un paio di mesi per questo Mondiale - dichiara un soddisfatto Daniele Benedetti al termine della giornata - adesso mi sento molto bene, sia con vento forte come oggi, dove ho fatto vedere le mie caratteristiche, e sia con poco vento leggero con cui mi sento a mio agio seppure non sia mai stato il mio forte.

"Ho iniziato con due primi e un quarto e mi sento pronto per tutto il Mondiale a fare vedere quello che valgo. Nella prima bolina avevo un pò i brividi sapendo che avevamo la televisione in acqua che per noi è cosa rara, è una sensazione strana perché dopo così tanto tempo era quello che sognavo e ce l'ho messa tutta per raggiungerlo. Devo continuare così, provare sempre a dare il meglio di me, so che ce la posso fare!”

IL REPLAY DI UNA DELLE REGATE VINTE DA DANIELE!

Marta anche ha superato guai fisici più o meno fastidiosi e un periodo di assenza, è tornata rinfrancata, integra, tirata a lucido. Nel windsurf femminile il vento forte ha rallentato le forti cinesi, e in testa c'è la solida ed esperta polacca Klepacka. Marta è quarta (7-1) e Flavia Tartaglini, ovviamente c'è anche lei, e c'è alla grande (11-2) è ottava. A bilancio due sole manche perchè la terza è stata annullata per una boa che arava, capita anche alle migliori regate.

Tra le altre notizie della giornata che trovate nel report FIV qui sotto, spicca l'ulteriore salto in alto di Silvia Zennaro, che adesso è al 17° posto e oggi sarebbe "dentro" alle qualifiche olimpiche di nazione per la classe. Cat e tavole, siete pronti a divertirvi tutta la settimana, fino alle Medal Race finali che per queste classi sono in programma domenica 12 agosto? Ecco il video Day 4.

DAY 4

 

(Federvela) Continua la serie positiva del neozelandese Sam Meech nei Laser Standard, dall’inizio dell’evento è in testa con ben 3 primi ed un secondo posto su sei prove. Due settimi posti odierni per Marco Gallo lo fanno risalire in 35esima posizione; Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) registra purtroppo un 27 ed un 13 che lo portano in 39esima posizione; Gianmarco Planchesteiner (SV Guardia di Finanza) chiude con un buon 12esimo posto la prima prova e poi scarta un 31esimo.

Nei Laser Radial, dove passa in testa la velista locale Anne-Marie Rindom, chiude una bella giornata la nostra Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che con un decimo ed un ottimo quinto posto è 17esima; Carolina Albano (CV Muggia) è 30esima con i buoni parziali di 16 e 10; e Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) è 50esima, dopo un 31esimo che scarta ed un bell'ottavo posto.

Solo due prove per gli skiff acrobatici. Nei 49er sono al momento in testa i francesi Lucas Rual e Emile Amoros; con Uberto Crivelli Visconti - Gianmarco Togni (Marina Militare) in 23esima posizione dopo il 15 ed il 17 di oggi; Jacopo Plazzi Marzotto - Andrea Tesei (CC Aniene) sono i migliori di giornata, con un 12 ed un 6 risalgono in 30esima posizione. 

Negli FX Francesca Bergamo - Alice Sinno (YC Adriaco - Marina Militare) registrano un nono posto nella seconda prova che con lo scarto del 22esimo nella prima confermano la 25esima posizione di ieri; Maria Ottavia Raggio - Jana Germani (CV La Spezia - Sirena CN) con un decimo ed un 19esimo posto sono 31esime.

MARIA OTTAVIA E JANA, GUARDA CHE SFIDA!

Cinque i round conclusi dai Kiteboard, in testa c’è il francese Parlier ed il nostro Alessio Brasil (CV Fiumicino) è 14esimo dopo aver ottenuto 10, 9, 7, 5 e 4; Mario Calbucci (CC Roggero di Lauria) è 22esimo con i parziali di 9, 16, 8, 5, 6 e 6.

Domani partono alle 12 le prime classi in regata, rientrano Finn e 470 maschili e femminili e riposano Laser Standard e Radial.

GUARDA QUI LE REGATE IN DIRETTA STREAMING

Sezione ANSA: 
Saily - Vela Olimpica

Commenti