SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > Vela Giovanile

11/02/2018 - 23:10

BPER BANCA CROTONE INTERNATIONAL CARNIVAL RACE

Carnival a Crotone
All'arrembaggio!

Il sole e il vento di Crotone tornano in copertina. Tre splendide prove in una magnifica giornata di sole e di vento a 15/16 nodi con un’onda in scaduta che ha rinfrescato la memoria a tutti sulle ‘montagne russe’ che hanno fatto di Crotone una location per le regate celebratissima. In testa dopo il primo giorno di regate tra i maschi il campione del mondo Marco Gradoni (Juniores) e Michele Adorni (Cadetti), e tra le ragazze Ginevra Caracciolo (J) e Melissa Mercuri (C) - GALLERY FOTO

 

Tre splendide prove in una magnifica giornata di sole e di vento a 15/16 nodi con un’onda in scaduta che ha rinfrescato la memoria a tutti sulle ‘montagne russe’ che hanno fatto di Crotone una location per le regate celebratissima. La prima giornata effettiva della BPER Banca Crotone International Carnival Race (dopo l’intensa pioggia di ieri da tutti salutata come l’eccezione che conferma la regale di uno spot caldo e ventoso anche d’inverno) ha entusiasmato gli atleti e esaltato i primi della classe che, soprattutto nella flottaJuniores, non hanno mollato un centimetro e dominano una classifica cortissima per quanto riguarda le prime posizioni.

Vero è che ieri i 250 atleti provenienti da 12 nazioni accorsi nelle acque del Club Velico Crotone per la famosa regata di Carnevale non si sono annoiati, fra visite al museo archeologico, conferenze sulle caratteristiche del Mediterraneo (con Emilio Cellini, biologo di Arpacal, e l’artista che trasforma la posidonia Antonino Rimanò) e l’incontro di calcio Crotone-Atalanta cui il presidente della squadra rossoblu Gianni Vrenna ha generosamente invitato tutti i velisti.

Ma tutti aspettavano di andare in acqua, memori delle fantastiche condizioni degli Europei del 2016, delle prime due kedizioni della BPER Banca Carnival Race e dei Campionati italiani di agosto. Così, forti del caloroso augurio del presidente del Coni Giovanni Malagò, i giovani guerrieri a mezzogiorno sono scivolati in mare (grazie all’aiuto di uno staff composto da un centinaio di giovani studenti riconoscibilissimi per le loro giubbe rosse), hanno oltrepassato il porto e si sono schierati davanti alla città.

AMPIA SELEZIONE DI FOTO DA NON PERDERE NELLA SEZIONE GALLERY (clicca qui)

Per correre ma anche per farsi ammirare dalla promenade di questa città che, anche grazie allo sport, alza la testa e guarda lontano con orgoglio. In mare, nelle due flotte Juniores battaglia fra il campione del mondo Marco Gradoni (Tognazzi Marine Village), il campione d’Europa Stefan Yuill, serbo, lo sloveno Daniel Cante, il maltese Richard Schulteis, il croato Buba Pulek, gli altri azzurrini Davide Nuccorini, Ginevra Caracciolo e Pierropaolo Orofino fra i quali nelle due prime prove si è infilato - a sorpresa ma fino a un certo punto - il giovanissimo Alessandro Cortese, l’atleta di casa che negli ultimi anni ha dominato fra gli under 12 ma è alle sue prime gare nella flotta Juniores (e al momento è settimo).

Nella flotta cadetti, risultati altalenanti da parte degli atleti più attesi, con la Società canottieri Marsala in evidenza. Il podio provvisorio Juniores vede quindi Marco Gradoni primo, Daniel Cante secondo e Richard Schulteis terzo, mentre Ginevra Caracciolo (LNI Napoli) è prima fra le ragazze. Il podio provvisorio Cadetti vede invece Michele Adorni primo, Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) secondo e Giulio Genna terzo, mentre Melissa Mercuri guida la classifica femminile.

Lunedì si continua con il programma che contempla, dopo cinque regate, la divisione della flotta Juniores in gold e silver mentre le previsioni annunciano un’altra memorabile giornata estiva.

Commenti