SEGUICI ANCHE SU

News | Regata > International

31/07/2018 - 16:56

Superarsi sempre

Bourgnon e Malingri,
Padri, figli e record

VIDEO - Record no, record si: alla fine i Bourgnon father & son, Yvan e Mathis, strappano a Vittorio e Nico Malingri il record Marsiglia-Cartagine in piccolo catamarano sportivo. Il World Sail Speed Record Council fa marcia indietro e assegna il primato: 550 miglia in 1 giorno, 18 ore, 56 minuti e 14 secondi. Malingri beffati per due minuti e 5 secondi. Ma non finisce qui...

 

di Christophe Julliand

Dopo analisi dei rilevamenti GPS e del tracker ufficiale, il World Sail Speed Record Council ha finalmente confermato la validità del record della traversata del Mediterraneo tra Marsiglia e Cartagine di Yvan e Mathis Bourgnon a bordo di un catamarano non cabinato di 20 piedi. I Bourgnon erano partiti da Marsiglia lo scorso 9 luglio e sono arrivati a Cartagine l'11 luglio, hanno completato il percorso di 550 miglia in 1 giorno, 18 ore, 56 minuti e 14 secondi a una velocità media di 10,55 nodi, migliorando così il record ufficiale di soli due minuti e 5 secondi.

https://www.sailspeedrecords.com/news/239-wssr-newsletter-no-302-yvan-bourgnon-marseilles-to-carthage-25-08-18

Il precedente primato su questa rotta era stato registrato nel 2016 da Vittorio e Nico Malingri a bordo di Feel Good come avvicinamento e preparazione in vista della traversata dell'Atlantico tra Dakar e la Guadalupa nel mese di aprile 2017 e relativo record. Con la stessa configurazione di equipaggio (padre e figlio) ispirata proprio al progetto dei Malingri, Yvan e Mathis hanno annunciato la loro prossima sfida: il record di traversata della Manica.

VIDEO

Storie di famiglia - Nato nel 1971 in Svizzera, Yvan Bourgnon cresce insieme col fratello maggiore Laurent a bordo della barca di famiglia per un giro del mondo in crociera (curiosa analogia con la storia dei Malingri). E' Laurent il primo a cimentarsi in imprese oceaniche a bordo di catamarani da spiaggia: nel 1986 attraversa l'Atlantico in doppio a bordo di un Hobie Cat 18. L'anno seguente partecipa alla Mini Transat che conclude al secondo posto nonostante corresse a bordo di una barca di serie contro i prototipi.

Nel 1988 vince la Solitaire du Figaro alla prima partecipazione. Questa vittoria gli apre le porte delle classi oceaniche in multiscafo che frequenta durante tutti gli Anni 90 e fino ai primi anni 2000 vincendo Route du Rhum, Twostar e Jacques Vabre del 97 col fratello Yvan. Poi si ritira della competizione e parte a sua volta per un giro del mondo in famiglia. Nel 2015, scompare in Polinesia durante un escursione subacquea.

Yvan segue le orme del fratello maggiore. Anche lui partecipa alla Mini Transat, quella del 1995, e la vince. Naviga in seguito sui trimarani oceaniciin parallelo regata molto nella classe dei piccolo catamarani Formula 18. Spesso critico nei confronti dell'evoluzione della course au large francese, effettua un giro del mondo sulla rotta degli alisei in catamarano sportivo tra il 2013 e il 2015. Durante l'estate 2017, sempre in solitario, sempre con un piccolo catamarano attraversa il mitico passaggio a Nordovest.

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti