SEGUICI ANCHE SU

Aggiungi un commento

Paolo (non verificato)

Nelle burrasche da SW, vento di traversia a Napoli, ho visto più di una volta comparire il fondo del mare all'imboccatura del porticciolo del Molosiglio quando passava il cavo dell'onda. Ho così capito cosa intendeva dire Adlard Coles nel suo libro Navigazione a vela con cattivo tempo quando esortava ad allontanarsi dalla costa sottovento soprattutto in caso di bassi fondali. Escludendo in prima ipotesi il distacco spontaneo del bulbo mi sembra ragionevole pensare che la barca abbia picchiato sul fondo per poi perdere il bulbo e diventare ingovernabile. È una tragedia amara perché probabilmente evitabile con un po' di esperienza e buon senso. Così Rimini piange altri morti dopo quelli del Parsifal