SEGUICI ANCHE SU

Storia | Regata > Vela Oceanica

03/08/2017 - 17:22

Giro del mondo, giro dell'isola

Volvo Leg Zero,
acuto di Mapfre

E' della spagnola Mapfre, skipper Xabi Fernandez, il primo acuto delle warm-up di Volvo Ocean Race 2017-2018. Il giro dell'Isola di Wight, prima parte della Leg Zero, corso in tipiche condizioni inglesi con nebbia, pioggia, freddo e vento, è vinto dalla barca spagnola col tempo di 3 ore 13 minuti e 11 secondi, nuovo record sul giro della celebre isola in monoscafo

 

Primi vagiti e primi responsi dalla flotta della regata intorno al mondo Volvo Ocean Race 2017-2018. Xabi e Mapfre fanno il record dell'isola di Wight, quella dove "tutto ha avuto inizio", quella della Coppa delle Cento Ghinee, di "Maestà non c'è secondo", dell'Admiral's, della Cowes Week. Quest'anno la flotta Volvo Ocean Race, ormai definita, salvo sorprese dell'ultima ora, si è girata l'isola come prima fase della Leg Zero di preparazione alla partenza vera e propria della regata intorno al mondo, in programma il prossimo 22 ottobre da Alicante, Spagna.

Questo il risultato e i tempi delle barche e dei team in gara, interessante considerare che i primi quattro sono tutti scesi sotto al precedente record del giro isola (3 ore e 20) che apparteneva al super Maxi ICAP. Merito delle condizioni di vento forte trovate ma anche delle prestazioni dei VO 65.

 

1. MAPFRE: 3 ore 13 minuti 11 secondi

2. Team Brunel: 3 h 14 m 55 s

3. team AkzoNobel: 3 h 15 m 16 s

4. Dongfeng Race Team: 3 h 18 m 26 s

5. Turn the Tide on Plastic: 3 h 24 m 16 s

6. Vestas 11th Hour Racing: 3 h 25 m 10 s

7. Sun Hung Kai/Scallywag: 3 h 29 m 53 s

 

Tra i team in gara, e i velisti impegnati, anche l'italiana Francesca Clapcich. La sua foto nel pozzetto di Turn The Tide on Plastic, con equipaggio in giallo, la sua espressione concentrata e felice mentre regola la randa, dice tutto: Francesca è pronta all'oceano. Una storia che dovremo raccontare per bene.

Qualche dichiarazione in banchina. Xabi Fernandez (Mapfre): "Certamente contento per il lavoro dell'equipaggio, che è uno dei nostri punti di forza, siamo insieme da tanto tempo e le cose funzionano al meglio." Bouwe Bekking (Brunel): "Abbiamo navigato bene e fatto le scelte giuste per le vele, Mapfre oggi è stato più veloce, ma una grande giornata per noi". Simon Tienpont (AkzoNobel): "Una regata solida, nella testa della flotta, ci ha dato maggiore confidenza con la barca, abbiamo ancora da lavorare ma sono molto positivo". Charles Caudrelier (Dongfeng): "Vento e schizzi a volontà. Abbiamo avuto confronti ravvicinati con Mapfre, AkzoNobel e Brunel, e abbiamo visto tante cose che possiamo migliorare, non è stata una giornata facile". Dee Caffari (Turn The Tide on Plastic): "Siamo state prudenti e conservative come piano velico, ma tutto sommato eravamo veloci, e abbiamo imparato tante cose sulla barca, quindi sono felice. E' la prima volta nella mia carriera, con tutte le miglia che ho navigato, che mi capita di vedere entrambi i timoni completamente fuori dall'acqua!" Charlie Enright (Vestas): "Non si è mai contenti di un brutto piazzamento, ma fa parte del processo di crescita per essere pronti al momento giusto. Una giornata costruttiva." David Wit (Scallywag): "Molto vento, molto bagnato, e noi abbiamo sbagliato molte cose, ma la strada è lunga. E si impara meglio dagli errori che a veleggiare bene."

Commenti