SEGUICI ANCHE SU

Storia | Regata > FIV

29/07/2017 - 17:19

Promozione prima di tutto

Senigallia mostra
i propri campioni

Si chiama "Scopri i campioni del mostro mare", l'incontro organizzato dal Comitato X Zona FIV e dal Circolo Nautico Senigallia per promuovere e far conoscere al pubblico tutti i grandi nomi della vela Made in Marche. Vi raccontiamo come è andata e perchè è una iniziativa da imitare

 

Un "Vela Day" evoluto, con gli stessi obiettivi e qualche contenuto in più. Poche settimane dopo l'operazione FIV del 2 giugno in parecchi circoli in tiutta Italia, la vela delle Marche si è messa in vetrina per proprio conto. Una mossa del Comitato di Zona della Federazione presieduto da Vincenzo Graciotti, che ha dato buoni risontri, e che in definitiva è qualcosa di organizzabile con poco impegno e può essere un esempio per tutte le Zone. Chissà.

La novità sta nei soggetti della promozione: non più, genericamente, la vela, la scuola vela, o le classi, o i circoli, o la FIV. Ma i ragazzi, veliste e velisti, i giovani atleti, campioncini del territorio, alcuni già con successi a livello internazionale. Dare il palco a loro, dare metaforicamente il "microfono" a loro, è importante, perchè significa due cose: 1) cambiare la modulazione del messaggio promozionale, spostandolo dalle istituzioni che sono sempre entità "lontane" dalla gente, ai ragazzi, trasformandoli in testimonial, la cui voce arriva più diretta al cuore di chi ascolta; 2) abitua i giovani atleti al rapporto con i media e con il pubblico, una parte sempre più importante del loro impegno nella carriera sportiva, che aumenterà se la stessa andrà avanti. Insomma facendo promuovere la vela ai velisti si ottiene il risultato doppio. Bravi amici marchigiani.

Nella colorata vetrina delle eccellenze marchigiane, rientra a buon diritto anche la vela. A sottolinearlo è il Comitato X Zona della Federazione Italiana Vela (FIV) a margine di un incontro con i giovani velisti della Regione Marche, che si è svolto questa sera presso il Club Nautico Senigallia.

L'incontro, intitolato "Scopri i campioni del nostro mare", è stato organizzato per favorire l'avvicinamento delle Istituzioni, imprese e del pubblico alle tante storie di successi e ai progetti sportivi dei velisti marchigiani più titolati, impegnati a gareggiare sulle classi olimpiche e propedeutiche di interesse Federale (2.4mr, 470, Finn, Kitesurf, Laser, Optimist, O'Pen Bic, Windsurf).

"Nella nostra regione - spiega Vincenzo Graciotti, presidente del Comitato X Zona FIV - abbiamo una storia velica importante, frutto dell’attività di 36 circoli, alcuni storici e plurititolati come la S.E.F. Stamura Ancona, fondata 100 anni fa e nel 1967 insignita dal Presidente della Repubblica della Stella d'oro al Merito Sportivo, o il Club Vela Portocivitanova, con oltre 50 anni di tradizione alle spalle e vari titoli internazionali in bacheca". Una tradizione, quella dell'andare per mare a vela, che è proseguita fino ai giorni nostri, regalando alle Marche le partecipazioni di Filippo Baldassari (S.V. Fiamme Gialle) e Michele Regolo (C.V. Portocivitanova) alle Olimpiadi di Londra 2012, i 4 titoli iridati nel windsurf Techno Plus 293 di Giorgia Speciale (S.E.F. Stamura Ancona), la Coppa AICO conquistata dal giovane Marco Gambelli (C.N. Senigallia), il bronzo Under 16 di Maria Giulia Cicchinè ai mondiali Laser 4.7 da poco conclusi e il terzo posto ai Giochi del Mediterraneo di Francesco Falcetelli (Y.C. Riviera del Conero) nel 2013.

Dall'altura e dai monotipo sono poi arrivate, negli ultimi anni, altre soddisfazioni per la comunità sportiva delle Marche: dai titoli mondiali di Alberto e Claudia Rossi tra Farr40 e J70, agli ori mondiali 2017 di Renzo Grottesi con “Be Wild” (C.V. Portocivitanova) ed Ermanno Galeati su “Reve de Vie” (C.N. Sambenedettese) fino alla medaglia d'oro ai campionati italiani altura di Sandro Paniccia, armatore di “Altair 3”, anche lui portacolori del Club Vela Portocivitanova.

"Il mare fa parte della cultura del popolo italiano da sempre - continua Graciotti - Crediamo che la vela possa essere un mezzo efficace per riscoprirla, sensibilizzando i giovani. Nel nostro piccolo, come FIV Marche vogliamo contribuire a questa valorizzazione coinvolgendo atleti, società, dirigenti, tecnici e armatori locali per favorire l'avvicinamento dei più giovani a questa magnifica disciplina, secondo le linee guida indicate dalla Federazione Italiana Vela a livello nazionale".

"I più meritevoli tra i velisti della zona - conclude - debbono essere supportati da soggetti istituzionali e privati affinché abbiamo la possibilità di svolgere in modo completo ed efficace la preparazione programmata ma c'è anche bisogno del tifo da parte del grande pubblico che finora ha seguito poco i successi del nostro movimento".

 

ECCO CHI SONO I CAMPIONI DELLA VELA MARCHIGIANA IN VETRINA

Maria Giulia Cicchinè, Classe: Laser, Società: Club Vela Portocivitanova - Fermana di origine e civitanovese di adozione, è una delle promesse della vela italiana rosa. Allenata da Giacomo Sabbatini, vanta una lunga lista di successi in regate nazionali fra i quali spiccano un argento al campionato europeo Under 16 e un bronzo mondiale (9° posto assoluto), conquistato la scorsa settimana nelle acque di Nieuwport (Belgio). Nel 2016 arriva il titolo nazionale giovanile mentre nel 2015 si laurea campionessa regionale femminile.

Gianlorenzo Copertari, Classe: 2.4mr, Società: Liberi nel Vento Porto S. Giorgio - Quattordici anni, inizia ad andare in barca nel 2009. Nel 2014 vince il campionato italiano Hansa 303 a Gargnano e l’anno dopo chiude 9° assoluto il campionato europeo della stessa specialità.  Nel 2015 passa al 2.4mr, seguito dal coach Stefano Iesari, ed è oggi il più giovane timoniere della classe nel panorama nazionale.

Francesco Falcetelli, Classe: 470, Società: Yacht Club Riviera del Conero - Venticinque anni, originario di Ancona, futuro ingegnere aerospaziale, è tornato alle competizioni dopo due anni di pausa per inseguire un altro sogno olimpico in coppia con un concittadino, Matteo Morellina. Con un bronzo conquistato ai Giochi del Mediterraneo proprio nel 470, un argento ai mondiali 420 e diverse vittorie in regate nazionali e territoriali, Falcetelli è ritenuto dai tecnici un atleta promettente che, tornando in attività all’inizio del quadriennio, potrà fare la sua parte nel percorso di qualificazione per Tokio 2020.

Marco Gambelli, Classe: Optimist, Società: Club Nautico Senigallia - Nato il 6 luglio 2004, allenato da Giacomo De Carolis, passione per lo skateboard e, parlando di materie scolastiche, per l’educazione fisica, è uno dei più medagliati giovani dell’Optimist regionale. Oltre a diversi successi locali e nazionali, in questa stagione sono arrivati la vittoria della Coppa AICO e un 6° assoluto al meeting internazionale del Garda.

Alessandro Graciotti, Classe: windsurf Techno Plus 293, Società: S.E.F. Stamura Ancona - Nato l’11 gennaio 2005, allenato da Roberto Pierani, debutto sulla tavola a settembre 2014. Nel 2016 vince la Coppa del Presidente, importante riconoscimento federale, in occasione dei campionati italiani giovanili di Trieste. E’ attualmente primo nel ranking Techno 293 Under 13 e rappresenterà le Marche al Trofeo CONI che si svolgerà a Senigallia il prossimo settembre 2017.

Edoardo Libri, Classe: Laser, Società: S.E.F. Stamura Ancona - Classe 1998, dopo un buon trascorso sull’Optimist, nel 2014 arrivano le prime soddisfazioni dal Laser, il singolo più diffuso al mondo che registra nella flotta italiana il numero più elevato di praticanti. Nel 2014 chiude 3° il campionato nazionale di Cagliari e viene inserito nel programma “Italia Laser Team” dai tecnici azzurri. Nel 2015 ottiene un altro 3° posto agli europei di Gdynia (Polonia). Quest’anno, per il quarto anno consecutivo, si qualificata per i campionati mondiali ed europei del Laser che si disputeranno rispettivamente dal 19 al 26 agosto a Medemblik (Olanda) e dal 1 all'8 ottobre a Barcellona (Spagna).

Gabriele Recanatini, Classe: Laser, Società: LNI Ancona - Dal 2010 sulla scena agonistica nazionale, gareggiando prima con l’Optimist e poi con il Laser, è allenato da un veterano della classe, come Roberto Strappati. Grazie ai risultati conseguiti nell’arco della stagione, si seleziona per il campionato europeo di Barcellona (1-8 ottobre p.v.) e si riconferma campione regionale per la quarta volta consecutivamente. A livello continentale, da segnalare i due bronzi conquistati a Koper (Slovenia), nelle Europa Cup 2013 e 2016.

Giorgia Speciale, Classe: Windsurf Techno Plus 293, RS-X, Società: S.E.F. Stamura Ancona - Nata il 2 febbraio 2000, allenata da Roberto Pierani, frequenta il liceo scientifico. Veste la maglia azzurra da diversi anni, veleggia su una tavola da quando ne aveva 11, colpita dalle sensazioni e dal divertimento di questa disciplina che, in famiglia, già pratica il papà. Nel suo medagliere spiccano i 4 ori e i 2 argenti, conquistati in ben 6 partecipazioni consecutive dei mondiali windsurf di categoria, una scia di successi che fanno della 17enne dorica l’atleta juniores più medagliata a livello internazionale.

Commenti