SEGUICI ANCHE SU

Storia | Barche > Novità

10/11/2016 - 11:13

Perini Navi presenta il nuovo progetto 47m a vela

Questa meraviglia
l'abbiamo fatta noi

Non vinciamo medaglie da due Olimpiadi. Non riusciamo a iscrivere navigatori al Vendée Globe. La nostra nautica si divide in associazioni di categoria e non si unisce sui saloni. Eppure, l'Italia resta il paese guida nel mondo per le grandi realizzazioni cantieristiche. Come questo 47 metri a vela di Perini Navi, una realtà industriale che il mondo ci invidia. Mentre riflettete sulle contraddizioni, rifatevi gli occhi su questa barca immensa... CON DUE VIDEO


Forse per inclinazione, forse per stanchezza, in Italia piangersi addosso è più frequente (e anche più facile) che sorridere, farsi i complimenti per le cose che funzionano, e cavalcare i successi. Motivi per miagolare e recriminare non ne mancano, per carità. Ma anche quelli per gonfiare il petto. Il punto è chiedersi dove portano i due atteggiamenti. Si scoprirebbe che forse smetterla di commiserarsi favorirebbe la voglia di rimettersi in gioco. Tutti, e a tutti i livelli.

Le cose che abbiamo ricordato nel sommario di questo articolo (Olimpiadi, Vendée, associazioni nautiche e saloni, nonchè leadership italiana nella cantieristica) esistono davvero, ma sta a noi cambiare ciò che va cambiato, e valorizzare ciò che va valorizzato. Qui sotto la presentazione di un super yacht di 47 metri a vela, più che una "villa" è un "quartiere" galleggiante e navigante, dietro la sua progettazione e realizzazione ci sono professionalità, studi, organizzazione, maestranze, pianificazione.

Il risultato può piacere o meno, interessare o meno, fare un prodotto appetibile sul mercato fa parte della gestione di una impresa. Resta il fatto che le stesse professionalità, capacità, progettualità, possono e devono essere formate, stimolate, sviluppate, e messe in condizione di applicarsi anche a quei settori dove c'è da uscire dal piagnisteo e dalla crisi "di risulati". 

Un modo per rifarsi gli occhi, riflettendo...




ALLA SCOPERTA DELL'ULTIMO SOGNO
Perini Navi, leader nella progettazione e costruzione di superyacht a vela, presenta il nuovo 47m a vela ideato dal team di design e progettisti Perini Navi. Prestazioni e innovazione sono al centro di questo nuovo progetto che vanta linee eleganti, la sistema velico ingegnerizzato dalla Perini Navi con un imponente piano velico di 2.315 mq.

L'esperienza di navigazione del 47m è ulteriormente accentuata dal sistema fly-by-wire, con timoni gemelli, anch’esso brevettato da Perini Navi, che garantisce una manovrabilità senza precedenti. A questo si aggiunge uno scafo dal design rivoluzionario con chiglia di profondità di 3,9m e 9,5m. Il design esterno è caratterizzato dal cavallino che, oltre a conferire una estrema eleganza al profilo del superyacht, consentono di ammirare l’orizzonte a 360° senza impedimenti dal pozzetto di poppa, dal salone principale e dal bridge.

Piu di 200 mq di spazio abitabile su un unico livello donano estrema vivibilità e comfort all'imbarcazione. 142 sono i metri quadrati abitabili esterni che includono il ponte di prua, che ospita il tender principale ed è dotato di una terza zona living all'aperto, un ampio flybridge, beach club. Anche le aree guest sono molto ampie e si dividono in quattro eleganti cabine tra cui quella armatoriale, a tutto baglio, con il suo studio adiacente. L’imbarcazione è inoltre dotata di un’ampia cucina e zona living per un equipaggio di otto persone.


Commenti