Storia | Cultura

27/07/2010 - 17:11

Varato il suo "nuovo" Class 40

Nannini-Unicredit
È Route du Rhum

Il vincitore della Ostar 2009 ha annunciato la propria partecipazione alla gara oceanica in solitaria che partirà da Saint Malò il 31 Ottobre prossimo. L'impresa sarà sponsorizzata dalla banca della quale Nannini è dipendente.

Un po’ come Superman e Clark Kent. Nei giorni “normali” dipendente di un grande gruppo bancario (Unicredit) nella City londinese. Nei giorni “di festa”, campione di vela ad alto livello. Talmente alto da averlo portato a vincere nel 2009 la Ostar nella propria classe e a piazzarsi al secondo posto nella Shetland Round Britain and Ireland. La prossima sfida sarà ancora più impegnativa. Qualcosa di riservato a pochi velisti nel mondo: Marco Nannini parteciperà alla prossima Route du Rhum, la superclassica regata oceanica in solitaria.
Marco correrà con i colori della sua azienda che per l’occasione fornirà il supporto necessario per attraversare l’Oceano atlantico, 3600  miglia da Saint Malò in Francia a Point-a-Pitre in Guadalupa. L’appuntamento è per il 31 Ottobre. Il percorso ricalcherà quello della vecchia rotta commerciale che portava il prezioso liquore dal Nuovo Mondo all’Europa.
 
Ad accompagnare Nannini in questa sfida, la sua Akilaria Class 40, ribattezzata “Unicredit” per l’occasione.
“Partecipare alla Route du Rhum è un’opportunità unica - dichiara Marco Nannini – che mi farà confrontare per la prima volta con i grandi maestri della vela d’altura francese. La Class 40 sarà la più combattuta con ben 35 barche confermate, 10 in più rispetto all’ultima edizione del 2006. Davvero fantastico”.
 
“Una regata in solitario è prima di tutto una sfida dai meccanismi complessi, frutto di un gioco di squadra in cui il lavoro del singolo è determinante per il risultato finale”, afferma Antonella Massari, responsabile comunicazione di  UniCredit Group. “In questo, la vela è un magnifico esempio di team building in cui la mossa di ognuno gioca a favore dell’obiettivo finale di tutti sempre con il rispetto dell’avversario e soprattutto del mare che nella sua enorme potenza può rendere vano ogni sforzo”.

Il suo Akilaria Class 40, dopo tre settimane di lavori a terra, è stato varato ieri con i nuovi colori di UniCredit.
a barca è stata messa a terra subito dopo la Round Britain and Ireland, regata nella quale Marco e il co-skipper britannico Paul Peggs hanno conquistato il secondo posto assoluto dopo una lotta serratissima che lo scorso giugno li ha visti vincere 3 delle 5 tappe.

La barca è riemersa con le nuove grafiche UniCredit dopo molte ore di paziente lavoro da parte di Paul, che dopo la round Britain ha cambiato cappello diventando parte chiave del team e preparatore della barca.
Questa è stata anche l'occasione di rivedere alcuni punti deboli degli impianti di bordo e grazie al supporto di Valle Erremme Trade, distributore NKE Italia, sono state apportate alcune modifiche a quanto c'era a bordo che garantira' maggiore affidabilità per la Route du Rhum.

In quanto alle vele, la nuova randa disegnata e realizzata dalla Di-Tech di Roberto Westermann è pronta per le prime prove in mare del prossimo weekend. Roberto come Marco ha partecipato l'anno scorso alla mitica OSTAR col suo Open 40 Spinning Wheel (terzo assoluto) e di fatto ha assunto il ruolo di consulente technico del team per le miriade di scelte che stanno dietro alla preparazione di UniCredit per la Route du Rhum.

La settimana prossima UniCredit sarà a Cowes Week, appuntamento imperdibile nel calendario della vela britannica. Più tardi in Agosto Marco partirà per la qualifica per la Route du Rhum dovendo completare un percorso di 1000 miglia in solitario per dimostrare che uomo e mezzo sono pronti per la grande avventura di Ottobre.

Commenti