Storia | Regata > International

28/02/2020 - 13:16

Il mondo Laser ancora al centro della scena, ma stavolta è una buona notizia

La strambata più attesa! Rinasce The Laser Class

Era nell'aria, oggi l'annuncio: nasce The Laser Class (TLC), sarà la nuova associazione dei laseristi. Democrazia, trasparenza, sostenibilità, controllo dei costi, status olimpico e antitrust, promozione della vela, ma soprattutto lo spirito, il nome, la storia di una deriva iconica che ha appassionato centinaia di migliaia alla vela. Il primo presidente è lo svizzero Heini Wellmann (ex presidente di ILCA). Francesco Marrai nel comitato consultivo provvisorio. Già richiesto il riconoscimento a World Sailing. Come associarsi. Il sito web. E adesso?

 

La strambata è arrivata: attesa, cercata, voluta, al momento giusto. Stremati dagli atteggiamenti e dalla gestione ILCA, una fetta notevole di componenti del mondo Laser, a partire dai "laseristi" che ne sono l'essenza, ha deciso di dare vita a una nuova associazione, che già nel nome contiene il programma e la volontà: diventare "L'associazione" Laser per eccellenza, a partire dal nome. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato vedere le rande del mondiale a Melbourne con la scritta ILCA... Veramente inqualificabile. Rivolta inevitabile. Da oggi i laseristi hanno una nuova casa.

Cosa accadrà è presto per dirlo. Sicuramente World Sailing adesso deve prendere in considerazione TLC, verificare la situazione ILCA, le regole, gli sviluppi. E' un inizio. Certamente la classe non puo' restare divisa in due associazioni, si può anche arrivare a una riunificazione che forse è uno degli obiettivi dei fondatori di TLC. Vedremo. Intanto bentornati a casa Laser.

La presentazione di The Laser Class: una classe per i velisti, dai velisti

Benvenuti a The Laser Class, fondata da velisti uniti dal desiderio di salvare l'iconica barca One Design Laser e di ricostituire la Classe Laser originale come organizzazione di livello mondiale che ben rappresenti e serva la sua comunità.

Abbiamo visto prendere molte decisioni che stavano minando i principi del One Design, inserendo arbitrariamente le tasse per scafi e parti di attrezzatura che aumenterebbero significativamente i costi per i velisti. Dove stanno andando queste tasse e chi ne sta beneficiando? La costruzione del Laser è già stata modificata, con la conseguenza che 200.000 imbarcazioni Laser non rispettano il criterio della monotipia. La mancanza di trasparenza è evidente, come la preoccupazione che ci siano interessi commerciali in gioco. Le nostre richieste sono ignorate, il marchio Laser rimosso e le forniture ne risentono.

Il cambiamento dall'interno non avverrà mai perché la costituzione della vecchia classe non prevede limiti di tempo per la cariche del management o requisiti di trasparenza. Quindi, abbiamo dovuto agire per salvare la nostra classe.

The Laser Class (TLC) mira a creare una classe che supporti i velisti Laser e ricostruisca il marchio Laser come leader iconico globale nella vela, nonché la deriva singola maschile e femminile per le Olimpiadi. TLC è dedicata alla rigorosa monotipia Laser e a mantenere l'accessibilità a basso costo alla vela in Laser, con forniture regolari e prezzi competitivi di barche e parti. La nostra costituzione garantirà una migliore rappresentatività geografica e di genere, introdurrà limiti di tempo alle cariche direttive, aderirà a un forte codice etico con la condivisione delle informazioni e molto altro.

Quest'anno The Laser Class farà domanda per il riconoscimento della classe alla World Sailing e stiamo attualmente creando un processo per approvare i costruttori e soddisfare i requisiti previsti dalle competizioni olimpiche.

La tua voce conta! Goditi nuovamente il puro divertimento della vela in Laser unendoti a TLC. I membri che si iscrivono ora riceveranno due anni di abbonamento gratuito, con accesso esclusivo ai prodotti Laser scontati. Unisciti al futuro della vela Laser!

Per saperne di più, incontrare il nuovo team e per associarti, puoi visitare The Laser Class QUI (IL SITO ONLINE NEL POMERIGGIO DI OGGI)

LA VISIONE DI TLC - THE LASER CLASS

Per i velisti dai velisti, con lo spirito laser originale della deriva monotipo.

Panoramica della missione - Miriamo a essere la classe Laser originale che offre servizi a tutti, dai principianti ai regatanti con la formula Laser (standard, Radial e 4.7) in tutto il mondo, concentrandosi su velisti giovani, club e master.

I principi base

1. Democrazia e trasparenza al servizio dei nostri membri, indipendentemente da genere, abilità, geografia o reddito.

2. Promozione dell'iconico marchio Laser e mantenimento della posizione del Laser come la deriva singola più famosa al mondo, in particolare dello status di disciplina alle Olimpiadi.

3. Supportare e aiutare a far crescere la classe Laser per i velisti Standard, Radial e 4.7 in tutto il mondo, basandosi rigorosamente su criteri di One Design.

4. Garantire l'accessibilità mantenendo il costo delle imbarcazioni e delle componenti Laser il più basso possibile, senza compromettere la qualità e la sicurezza.

5. Supportare l'innovazione che migliorerà la qualità e la sicurezza, nel quadro dei principi di One Design. Tutte le modifiche devono essere approvate a maggioranza associativa.

6. Aiutare a preparare e supportare i piani per tutte le fasi dello sviluppo della vela: dalla vela junior e giovanile ai club, agli istruttori e infine alle gare olimpiche.

7. Organizzare e sponsorizzare regate ed eventi agonistici

8. Stabilire programmi per lo sviluppo della vela Laser nelle regioni sottorappresentate del mondo

9. Collaborare con costruttori e sponsor per supportare piani ed eventi di crescita della vela Laser

10. Sostenere ed essere una fonte di informazione e formazione per i velisti laseristi

11. Essere sensibili all'ambiente e responsabili in tutte le iniziative e attività

12. E, cosa più importante, supportare i laseristi nel costruire una comunità responsabile e impegnata che abbia l'amore della vela Laser come un legame comune

 

IL SALUTO DEL PRESIDENTE THE LASER CLASS, HEINI WELLMANN

Benvenuti in The Laser Class. O dovrei dire, benvenuti all'originale One Design Laser Class che tutti volevamo. Avremmo voluto non dover percorrere questa strada, ma è tempo che la più grande classe di derive da regata torni a essere anche la più democratica e la più rispettata. Così tanti in tutto il mondo sono appassionati della nostra amata barca Laser e vogliono far parte di una comunità in cui possono far sentire la loro voce. La classe Laser è la tua casa. Unisciti a noi e torniamo alla gioia della vela Laser.

Heini Wellmann

Il comitato consultivo - I membri del consiglio consultivo interverranno temporaneamente fino alla prima riunione del consiglio della classe Laser entro il settembre 2020. Il consiglio consultivo provvisorio sarà sostituito da un consiglio eletto.

Presidente ad interim è Heini Wellman, il Segretario esecutivo ad interim è Beat Heinz. Heini Wellmann, per molti anni presidente di ILCA, fa parte del board di ILCA come past president. Vive a Zurigo. Beat Heinz è attualmente il coordinatore Master di Eurilca e fa parte del board di Eurilca. Vive in Svizzera anche lui.

C'è provvisoriamente un consiglio di membri consultivi, del quale fanno parte tra gli altri nomi come Monica Azon, Charles Campion, il nostro Francesco Marrai, Jorge Smolar, Jan-Willem Wolters e altri.

 

Vantaggi per chi si associa

• Iscrizione gratuita per due anni.

• Newsletter mensile con storie esclusive, foto e consigli di formazione da tutto il mondo.

 

www.thelaserclass.com

Sezione ANSA: 
Saily - Vela Olimpica

Commenti

luca cesena (non verificato)

Finalmente il ritorno alle origini,il Laser torna ad essere la barca per tutti,dal timoniere un po' più bravino,all'impiegato di banca,che la domenica vuole divertirsi a regatare ad armi pari,al velista economicamente meno abbiente,che si cimenta a rimettere in sesto vecchi scafi,ed oltre ad avere il piacere di andare in barca ha anche il divertimento di rimetterselo a posto e di riarmarlo,come accadeva anni addietro.(Non sta scritto da nessuna parte che tutti i velisti debbano per forza di cose essere figli di papà).Ciò che mi auguro è di rivedere barche vecchie in stato di abbandono ridiscendere in acqua,e che i prezzi del nuovo ridiscendano.Non ritengo prioritario lo status olimpico,che è quello che ha fatto lievitare i prezzi,e allontanato la maggioranza dei velisti comuni.Chi non è d'accordo è liberissimo di andare con ILCA Dynghy o con chi gli pare.