SEGUICI ANCHE SU

Messaggio di errore

The spam filter installed on this site is currently unavailable. Per site policy, we are unable to accept new submissions until that problem is resolved. Please try resubmitting the form in a couple of minutes.

Storia | Cultura > Vela solidale

19/03/2018 - 14:23

Isola di Wight
chiama Barcolana

Iniziativa dell'International Yachting Fellowship of Rotarians: uno scambio tra Trieste e il Solent a luglio prossimo. C'è posto per quattro velisti paralimpici italiani a partecipare alla Round the Island Race del 7 Luglio a Cowes. I contatti per aderire

 

La velista paralimpica azzurra Marta Zanetti è tra i promotori in Italia dell'iniziativa, e ha inviato in tal senso una lettera per invitare gli atleti paralimpici a candidarsi per partecipare alla regata Attorno all'Isola di Wight a luglio 2018. Qui i dettagli e i contatti per proporsi.

Il Rotary club di Trieste, da anni impegnato in iniziative a sostegno dei disabili, dal 2012 per promuovere la partecipazione di velisti disabili alla regata Barcolana, ha istituito il trofeo International Disable Exchange ( IDS) che premia l’imbarcazione meglio arrivata con a bordo un disabile.Un trofeo simile viene messo in palio nella prestigiosa regata attorno all’Isola di Wight.

La Flotta Alto Adriatico dell’International Yachting Fellowship of Rotarians dal 2017 organizza un progetto di scambio tra Trieste (Barcolana) e Cowes (Round the Island Race) per permettere a 4 velisti disabili italiani di partecipare alla regata in Inghilterra e a 4 velisti inglesi di partecipare alla Barcolana. (Vedi l’articolo pubblicato sulla newsletter dell'International Yachting Fellowship of Rotarians in allegato.)

Anche quest’anno il Rotary è in grado di continuare la positiva esperienza del 2017 invitando 4 velisti paralimpici italiani a partecipare alla Round the Island Race del 7 Luglio a Cowes con partenza il giovedì 5 luglio da Venezia, e ritorno a Venezia lunedì 9 luglio.

Tre persone potranno imbarcarsi su un Oceanis 37 piedi privo di adattamenti particolari e una persona in carrozzina potrà imbarcarsi sul catamarano armato dal Gwennili Trust completamente accessibile. Tutte le spese di viaggio, soggiorno ed imbarco sono a carico dell'International Yachting Fellowship of Rotarians. Chi fosse interessato può inviare la propria candidatura con una breve presentazione al Prof. Tullio Giraldi giraldi@units.itentro il 15 aprile.

Esporta su ANSA: 
NO
Esportato su ANSA: 
NO

Commenti