SEGUICI ANCHE SU

Storia | Cultura > Libri

09/03/2018 - 10:16

Classi, ricorrenze e.. libri

Fireball a Torino
50 anni a palla!

Dopo l'anteprima di Roma, l’Associazione di Classe presenta il libro sui primi 50 anni del Fireball in Italia nella città che ha visto la grande diffusione della barca, Torino. Appuntamento per tutti giovedì 15 marzo alle 21.00 presso la LNI Torino, corso Unione Sovietica 316/b

 

Le barche hanno un'anima, certe anime sono più accese e infuocate di altre, quella della barca chiamata Fireball - nomen omen - scoppia di passione. Ed è longeva: già 50 anni di vita per una deriva giustamente definita "fuori dal coro", che pure ha rischiato di diventare classe olimpica, nel famoso testa a testa con il 470.

Sappiamo come è andata, ma la palla di fuoco ha vissuto comunque mezzo secolo ruggente, e in Italia conta tantissimi estimatori. Giusto ricordare la storia in un bel libro, già presentato a Roma (ne avevamo parlato su Saily) e adesso a Torino. Dive - complice il lago di Viverone - il glorioso Fireball ha una storica enclave.

A Torino, il 15 Marzo 2018, la sede torinese della Lega Navale Italiana ospita (alle ore 21.00 in corso Unione Sovietica 316/b) la presentazione libro “Fireball 50” prestigioso volume, dell’Associazione Italiana Fireball, che raccoglie la storia, in Italia, di questa splendida deriva inglese dal 1967 ad oggi.

Un libro importante (292 pagine a colori, formato 30x30) ricco di illustrazioni, progetti, documenti storici e tantissime splendide fotografie, che sintetizzano, in mosaico di storie, ricordi, aneddoti e risultati, l’arrivo in Italia di questa barca leggera (solo 76kg!) e velocissima, per 2 persone di equipaggio, con randa fiocco, spi e trapezio.

Il libro, suddiviso in 5 decenni, permette di assaporare l’aria di ciascuna epoca e la rapidissima diffusione del Fireball, una barca progettata per essere autocostruita e dunque nata con i cromosomi della popolarità. Grazie al lungo lavoro di ricerca storica, documentale e alle numerose interviste, il libro permette di rivivere lo spirito con il quale, tanti velisti italiani, animati da passione e agonismo, hanno dato vita ad un fenomeno che è durato per 50 anni e non accenna ad esaurirsi.

Oggi sono 50 gli equipaggi in Italia e oltre 100 quelli ai Campionati europei e mondiali. Uomini, ma anche molte donne dai 16 ai 65 anni, che amano sfidarsi in regata con barche che possono essere acquistate, usate ma performanti, già con 2000 euro. 

Il Segretario della Classe, Andrea Minoni, evidenzia gli incontri che potrete fare in questo libro: “Adulti, giovani, e a volte bambini, tutti coinvolti in una passione fatta di vela, bricolage, fatica, entusiasmo e agonismo: degli instancabili innovatori, a volte dei sognatori. Il Fireball infatti, come leggerete in queste pagine, non è soltanto una bellissima barca ma anche una cosa che, volendo, si può costruire con le proprie mani oppure restaurare per restituirgli la vita e riportarla a navigare”.

Questa peculiarità ha permesso al Fireball di diffondersi ovunque e di evolvere nel tempo, restando ancora attualissimo e in grado di regalare grandi emozioni anche ai velisti di oggi e di sopravvivere nonostante il continuo fiorire di nuove barche ricche di tecnologia all’ultima moda e materiali innovativi ma, per ciò stesso, prive di un elemento fondamentale: una lunga ed appassionante storia!

L’Associazione Italiana Fireball dal 1967, riunisce gli appassionati di questa classe velica, organizza, con i Circoli FIV, le regate riservate ai Fireball, si occupa della promozione e rappresenta gli interessi degli associati presso la Federazione Italiana della Vela e a livello internazionale.

www.fireball-italia.it

Commenti