SEGUICI ANCHE SU

Storia | Cultura > Scuole vela

09/07/2018 - 16:51

Patenti e dintorni

Esperti velisti, il
gettone è giusto

Adeguato l’importo del gettone di presenza per gli Esperti Velisti: Federazione Italiana Vela e Lega Navale Italiana soddisfatti del lavoro portato avanti con il Ministero dei Trasporti 

 

Il Ministero dei Trasporti sta portando a termine l’iter di approvazione del Decreto Ministeriale che prevede l’adeguamento del gettone di presenza per gli Esperti velisti chiamati a far parte delle Commissioni d’esame per il conseguimento della patente nautica. Un risultato che arriva grazie anche all’interessamento dei vertici della Federazione Italiana Vela e della Lega Navale Italiana che nei mesi scorsi hanno avviato un proficuo confronto sull’argomento con il MIT – Divisione 7 – Diporto nautico.

Tale adeguamento, già disposto dall’Art. 23 comma 2 della legge 472 del 1999, era già stato oggetto di una proposta di revisione presentata nel 2012 dalla Direzione Generale del Ministero dei Trasporti – Divisione 7 al Ministero dell’Economia e Finanze senza però un esito definitivo. Con la pubblicazione del nuovo Decreto, sollecitato dalla Federazione Italiana Vela e dalla Lega Navale Italiana, gli unici soggetti autorizzati al rilascio delle qualifiche di Esperto Velista, il gettone di presenza passa da 1,5 euro a 30,00 euro, corrispondente al limite massimo previsto dalla legislazione in vigore.

L’adeguamento del gettone di presenza degli esperti velisti con l’innalzamento al limite massimo stabilito dalla norma, – commenta il presidente della FIV, Francesco Ettorre – va incontro a quanto disposto dalla Legge del 2012 e riconosce agli esperti velisti un ruolo fondamentale nelle commissioni d’esame. E’ un importante segnale che rafforza i positivi e costruttivi rapporti esistenti fra FIV, Lega Navale e Ministero, anche in vista della stesura del Decreto attuativo del Codice della Nautica sul quale stiamo lavorando assieme agli altri enti coinvolti”.

“Con l’approvazione del gettone di presenza per gli Esperti velisti, quando impegnati in commissioni d’esame, - afferma il presidente della Lega Navale Italiana, Maurizio Gemignani - si completerà quanto previsto dalla legge del 1999 e successiva revisione del 2012, approvando un importante riconoscimento, ancorché estremamente contenuto nel suo valore, a personale di alto livello che presta la sua opera essenzialmente per passione e senza finalità di lucro. Il ns. contributo, in piena sintonia con la FIV, testimonia dell’impegno della LNI per l’intero settore della nautica da diporto e , più in generale, per tutto quanto relativo alla diffusione della cultura e alla conoscenza del mare.”

Sezione ANSA: 
Saily - News

Commenti

Romano Less (non verificato)

Era ora! Non tanto per il denaro quanto per il riconoscimento di un impegno che comporta, oltre alle competenze, serie responsabilità, tempi lunghi e trasferte a volte onerose. Romano Less