SEGUICI ANCHE SU

Storia | Regata > Vela Oceanica

20/07/2017 - 16:59

La strada verso la Mini Transat

Da Trieste a Itaca
Sfida per due Mini

Un Match Race da Trieste a Itaca per la cambusa di Matteo Rusticali. Due Mini 650 si sfidano su un percorso di 500 miglia e abbinano un crowdfunding “alimentare” per la Mini Transat dello skipper romagnolo

 

Per arrivare alla Mini Transat, sogno di una vita per quasi ogni velista con l'oceano in testa, ogni idea è ben accetta, e la creatività si scatena. Matteo Rusticali, uno dei navigatori iscritti alla prossima edizione, ha pensato a un trasferimento-esibizione con sfida tra due Mini 650, da Trieste a Itaca, una traversata Nord-Sud che taglia l'Adriatico.

Sarà un Match Race molto particolare per i due Mini 650 provenienti dalla Società Velica Oscar Cosulich di Monfalcone pronti per la sfida no stop, da Trieste a Itaca, lungo un percorso di 500 miglia. Antigua ITA 408, capitanata da Franco Deganutti insieme a Daniele Balzanelli, e Liska ITA 398 dello skipper Francesco Bertotti in coppia con Roberto Posocco, saranno quindi i protagonisti di questo allenamento/sfida attraverso l’Adriatico che avrà anche un altro obiettivo.

“Era diverso tempo che volevamo allenarci su una lunga distanza” dichiara Franco Deganutti, “poi durante le fasi di organizzazione abbiamo incontrato Matteo Rusticali qui a Monfalcone durante una serata al nostro circolo, dove ha raccontato la sua preparazione alla Mini Transat, e abbiamo subito pensato che sarebbe stato bello rendere questo match race, come dire, più utile.” Da qui è infatti nata l’idea di unire la sfida ad una raccolta fondi per acquistare la cambusa a Matteo Rusticali, skipper forlivese del prototipo Spot ITA 444 ed iscritto alla regata oceanica in solitario dedicata ai Mini 6.50, che dalla Francia arriva ai Caraibi; la Mini Transat.

“Matteo rappresenterà l’Adriatico sulla linea di partenza di questa edizione” continua Francesco Bertotti, “e visto che l’acquisto dei liofilizzati è una voce molto importante e costosa in un progetto Mini Transat, abbiamo voluto invitare tutti gli amici a versare una quota per l’acquisto della sua cambusa.” A bordo di un Mini 6.50, impegnato in una traversata oceanica in solitario, tutto deve essere ottimizzato in termini di spazio e di peso e gli skipper usano principalmente pasti liofilizzati.

“Ancora oggi non trovo parole per ringraziare Franco, Francesco e la SVOC”, continua Matteo Rusticali, “ogni pasto in Oceano avrà un sapore speciale durante la mia Mini Transat.” Il 22 luglio, dal porto di Marina Ravenna, sarà proprio Matteo Rusticali, a bordo del suo Spot, a dare lo start ufficiale ad Antigua e Liska che prenderanno il largo con rotta verso Itaca e che potranno essere seguiti in tempo reale grazie ad un localizzatore che trasmetterà la loro posizione (link per seguire on line la rotta http://www.sgstracking.com/live/lasfida2017.php ).

“La posta in palio?” conclude Franco Deganutti.” Il Mini che arriverà secondo pagherà il caffè all’equipaggio vincitore, ad Itaca.” Tutti coloro che contribuiranno con una donazione di almeno 10,00 € saranno invitati, durante la settimana della Barcolana, ad una uscita a bordo di un Mini 6.50.

Commenti