SEGUICI ANCHE SU

Storia | Regata > Coppa America

11/05/2018 - 10:57

Insediato l'organismo di garanzia sulle regole

America's Cup 36, ecco l'Arbitration Panel

Il defender Emirates Team New Zealand e il primo sfidante Luna Rossa Challenge, in base al Protocollo, hanno annunciato la nomina dei tre componenti dell'Arbitration Panel, che sarà chiamato a dirimere le (eventuali) controversie tra le sfide. Sono David Tillett (AUS), Presidente,
 Henry Peter (SUI)
, e Graham McKenzie (NZL)
 

 

di Fabio Colivicchi

La nomina dell'Arbitration Panel per la 36ma America’s Cup presented by Prada è stata annunciata da Auckland, dai due attori principali di questa fase: il Defender, Emirates Team New Zealand e il Challenger of Record (primo sfidante), Luna Rossa Challenge in accordo con i requisiti previsti dal Protocollo che governa l'evento (LEGGI QUI IL PROTOCOLLO).
 


Come nelle precedenti edizioni dell'America’s Cup, il ruolo dell'Arbitration Panel sarà quello di risolvere fuori dall'acqua eventuali dispute o controversie tra i diversi protagonisti dell'evento, e sarà il responsabile dell'interpretazione del Protocollo stesso, e più in generale della conformità alle regole.

I tre componenti dell'Arbitration Panel sono: David Tillett (AUS), che sarà il Presidente,
 il Dr. Henry Peter (SUI)
, e Graham McKenzie (NZL)
. In tutti e tre i casi di tratta di avvocati noti e rispettati con precedenti esperienze notevoli proprio nell'America's Cup, dei cui segreti legali sono profondi conoscitori. Insomma con i tre non si scherza.

L'AP è un tassello importante in ogni Coppa America. Che la componente legale e delle regole sia fondamentale al pari della progettazione, della ricerca tecnologica o del team di velisti, lo dimostra il fatto che tutte le sfide hanno un responsabile legale e spesso un team di avvocati e rule advisor ad assistere il lavoro del consorzio.

Vediamo in dettaglio chi sono i tre dell'Arbitration Panel della 36ma Coppa America, che si disputerà ad Ackland nel 2021, ma che di fatto è già iniziata, con le decisioni sulla classe AC75, le regole di stazza, i tempi per la costruzione e i calendari delle AC World Series e poi delle fasi finali.

David Tillett - Chairman, Australia
 - Membro dell'Order of Australia (di fatto è un Cavaliere) e premiato con l'Australian Sports Medal nel 2000 per i suoi risultati nello Yachting. Ha una lista lunghissima di incarichi in ruoli di governance dello sport velico: tra questi è stato per ben tre volte presidente della Giuria Internazionale alle Olimpiadi, due volte nella Giuria Internazionale della Volvo Ocean Race (una da presidente). Ha lavorato come Umpire e membro della Giuria in sei (6) edizioni dell'America's Cup, due volte come presidente. Membro del Council World Sailing (in questi giorni è a Londra a discutere sul futuro della vela olimpica...) e del Constitution Committee, in passato presidente del Racing Rules Committee.  
 


Dr. Henry Peter, Svizzera
 - Partner di uno dei maggiori studi legali svizzeri, professore all'Universtà di Ginevra, è specializzato in diritto societario e sportivo, settori nei quali è autore accademico, ed è stato spesso protagonista di importanti arbitrati. Vicepresidente della commissione disciplinare della Swiss Olympic Association (il CONI elvetico) con responsabilità sui casi di doping, è anche nel board della Swiss Arbitration Association, e della commissione sanzionatoria della Borsa svizzera, Swiss Stock Exchange. E' stato già membro della Giuria dell'America’s Cup e per due volte membro dello stesso Arbitration Panel (una volta da presidente).  
 


Graham McKenzie, Nuova Zelanda - Membro di lunga data della New Zealand legal and corporate governance fraternity, è stato spesso in passato membro dell'America’s Cup Arbitration Panel e per ben tre volte della Giuria dell'America’s Cup Jury. Ha fatto parte del Panel indipendente che era consulente della Suprema Corte di New York durante l'annosa e lunga lite giudiziaria tra Alinghi-Bertarelli e Oracle-Ellisom, che portò all'America's Cup "Deed of Gift Match" del 2010 tra il trimarano di Oracle e il catamarano di Alinghi. Attualmente è membro del Constitution Committee e della Commissione Etica di World Sailing.

Commenti