SEGUICI ANCHE SU

Storia | Crociera > Viaggi

07/11/2017 - 15:14

Una volta nella vita

2018 in Paradiso?
C'è ARC Pacific

Nel 2018, se volete fare un salto in paradiso, ecco una bella idea: World Cruising Club, ben nota per la celebre serie di Atlantic Rally for Cruisers (ARC) fondati da Jimmy Cornell nel 1986, lancia anche la versione in Oceano Pacifico. Dalla California prue su Polinesia Francese, passando per il Messico

 

La "moda" di attraversare l'oceano in sicurezza, in flottiglia numerosa, e con una buona assistenza, ha preso piede velocemente negli ultimi 15 anni. Il precursore è stato Jimmy Cornell con il suo World Cruising Club, e l'evento più famoso è l'ARC, Atlantic Rally For Cruiser. Nel titolo c'è tutto: un rally, una grande avventura, ma niente a che vedere con le regate super tecnologiche, le corse affannose e le barche "bagnate": i rally di WCC sono dei grandi trasferimenti di massa, con un timido accenno all classifica e ai risultati. Insomma, si vince tutti.

Oggi le attività di WCC prevedono rally di ogni tipo: World ARC, ARC Europe, ARC Portugal, il Caribbean 1500 e ARC Baltic. Dal 2018, la grande novità è l'estensione delle rotte anche all'Oceano Pacifico e ai suoi paradisi, con la nascita di ARC Pacific. Si parte da Los Angeles, California per puntare alla Polinesia Francese, via Cabo San Lucas, in Messico.

Un fattore chiave del Pacific rally che parte nel 2018, è proprio che a prima tappa, da Los Angeles al Mexico, prevede l'eccellente opportunità di una "crociera" costiera prima del grande salto oceanico vero e proprio di 2900 miglia verso Hiva Oa nelle Isole Marchesi della French Polynesia. Avventura, amicizia, scoperta, navigazione: sono tante le ragioni per scegliere di imbarcarsi nell'ARC Pacific. Come sempre WCC prevede seminari e corsi prima della traversata.

worldcruising.com

Commenti